Immagine
 ufficiostampa.isd@gmail.com - segreteria.isocialdemocratici@gmail.com... di Ufficio Stampa
 
"
Un ideale ci deve esser caro soltanto perché è vero, e non perché è nostro.

BELINSKIJ
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati all'interno del sito, disposti in ordine cronologico.
 
 
di Ufficio Stampa (del 20/02/2007 alle 20:15:15, in Ufficio Stampa, linkato 566 volte)


Ecco l'immagine relativa all'articolo pubblicato oggi, martedì 20 febbraio, sul quotidiano "Puglia".
Articolo Dettaglio   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Ufficio Stampa (del 20/02/2007 alle 20:12:34, in Lettere Aperte, linkato 528 volte)
Articolo Dettaglio   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Ufficio Stampa (del 20/02/2007 alle 18:48:27, in Ufficio Stampa, linkato 590 volte)
“Non riconosco questo segretario, eletto illegittimamente. Il partito è unito nel combattere soprusi che vengono compiuti in spregio alle più elementari regole della democrazia”: così il presidente del gruppo Psdi alla Regione Puglia, Giuseppe Cioce, replica al provvedimento di espulsione a carico suo e del segretario regionale del partito Mimmo Magistro, disposto da “colui che si ritiene il segretario nazionale del Psdi”. “Gli unici organi legittimati ad assumere provvedimenti in nome del Psdi sono quelli nominati dal segretario nazionale e dalla direzione”, ha scritto Renato D’Andria in una sua nota. “Ridicolo”, ribatte Cioce. “Il signor D’Andria forse dimentica che il sottoscritto è l’unico che unitamente al compagno Giorgio Carta rappresenta il Psdi nelle istituzioni, uno che ha fondato questo partito insieme a compagni che da lui sono stati persino spogliati del diritto sacrosanto di criticare comportamenti e atti che non appartengono alla tradizione del nostro partito”. “In Puglia”, aggiunge Cioce, “mi sento il partito e lo rappresento con linearità di comportamenti e con un’azione politica qualificata”. Sul provvedimento di espulsione, Cioce, che di professione fa l’avvocato penalista, ribadisce che “tutti gli atti assunti dal signor D’Andria, compreso lo svolgimento del presunto Congresso di Fiuggi, sono oggetto di controversia giudiziaria dinanzi al Tribunale di Roma”. L’esponente socialdemocratico aggiunge che “non appartiene certo al costume dei segretari socialdemocratici, se tale ritiene d’essere il dottor d’Andria, epurare – adducendo scuse banali come le critiche al governo regionale pugliese – tutti coloro i quali, legittimamente, esprimono dissenso rispetto a scelte che vanno a sicuro danno del partito, che noi, con il nostro impegno, abbiamo ricostruito. Sono esterrefatto per un provvedimento che peraltro non mi è stato notificato, ma che non deve creare alcuno sconcerto nei compagni e che, anzi, deve servire a rinsaldare quei vincoli di profonda amicizia e quella compattezza nelle scelte che ha sempre caratterizzato i socialdemocratici pugliesi”. A Cioce e Magistro oggi è pervenuta una nota di solidarietà e sostegno da parte del senatore Antonio Cariglia, storico rappresentante del partito, il quale ha condannato l’atteggiamento anti-democratico assunto dai vertici del partito e ribadito la sua piena e incondizionata fiducia nei vertici regionali del Psdi.
Articolo Dettaglio   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Ufficio Stampa (del 18/02/2007 alle 13:33:04, in Ufficio Stampa, linkato 564 volte)


Ecco l'immagine relativa all'articolo pubblicato oggi, domenica 18 febbraio, su "La Gazzetta del Mezzogiorno".
Articolo Dettaglio   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Ufficio Stampa (del 18/02/2007 alle 13:32:33, in Ufficio Stampa, linkato 564 volte)


Ecco l'immagine relativa all'articolo pubblicato oggi, domenica 18 febbraio, su "La Gazzetta del Mezzogiorno".
Articolo Dettaglio   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Consulta SocialistaMario Calì ed Emilio Falletti, rispettivamente segretari provinciali del PSDI e del Nuovo Psi, hanno ufficializzato la nascita del Consiglio Permanente dei Socialisti, cui ha aderito anche il “Movimento per l'Unita Socialista” coordinato da Canzio Papini.
Le Direzioni Provinciali dei due partiti hanno deciso di avviare un serrato confronto verso un grande “Patto Socialista”, un processo che parte dal fertile laboratorio politico che è sempre stata la Maremma, con l'auspicio che sia destinato ad estendersi anche alle altre province toscane, dove presto saranno programmati incontri ufficiali in tale direzione.
«Non vogliamo limitarci ad accostare simbolicamente due sigle del Socialismo storico italiano – ha affermato Calì – ma puntiamo a rimettere l'iniziativa socialista concretamente in primo piano, rispetto ad un quadro politico sempre più confuso e povero di ideali e di valori.»
Con questo percorso comune si intende offrire una nuova prospettiva unitaria rivolta all'intera area socialista, con una attenzione particolare alle giovani generazioni che potenzialmente sono aperte a riconoscersi in un progetto moderno di Socialismo liberale e democratico, in grado di coniugare le opportunità di un mercato, realmente libero, con le esigenze della solidarietà sociale.
«Quello di oggi – ha precisato Falletti - è l'inizio di un percorso che è finalizzato alla formazione di una grande forza socialista che, nel superamento dell'attuale sistema bipolare, si ponga come alternativa ai costituendi Partito Democratico e Partito o Federazione delle Libertà.»
Il Consiglio Permanente dei Socialisti, promosso da PSDI e Nuovo PSI, ma esteso a tutti i movimenti e soggetti di ispirazione socialista che vogliano aderirvi, si pone come obiettivo contingente quello di lavorare insieme sulla base di una comune piattaforma politica ed amministrativa, in grado di spaziare dalle questioni politiche nazionali e comunitarie ai programmi amministrativi riguardanti le specificità delle realtà locali maremmane.
Il Consiglio Permanente dei Socialisti, ente consultivo di tipo paritetico e corale, attraverso le proprie riunioni assembleari, avrà il compito di avanzare nel tempo una serie di proposte qualificanti e dal carattere fortemente innovativo, in modo da fornire risposte immediate e concrete alle numerose istanze dei cittadini.
Giornale Il Tirreno del 16/02/2007
Articolo Dettaglio   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di N.L. SAETTA (del 13/02/2007 alle 18:30:29, in Lettere Aperte, linkato 587 volte)

L’ufficio stampa del signor d’Andria, aveva promesso a Fiuggi la presenza di Bobo Craxi, Marco Pannella, Pecoraro Scanio e Antonio Di Pietro....poi sapete com’è finita, senza neanche una delegazione di partito di centrosinistra, cosa che avrebbe dovuto essere percepita come segnale dai compagni politicamente più avveduti. No, non si è bloccato il traffico a Martina Franca per la visita in Puglia del signor Renato d’Andria, nonostante il tono rimbombante del suo sito. Tutto il gruppo dirigente, Segretari Provinciali, Consiglieri ed Assessori, regionali, provinciali e comunali, sono rimasti a casa a lavorare per il Partito, in attesa che il Tribunale di Roma ripristini – a breve – il democratico confronto interno al PSDI, annullando tutti gli atti illegittimi dal 14.12.2006 in poi. Quanto alla “forte e generale insoddisfazione per la precedente gestione del Partito in Puglia”, riportato dalla velina romana, dopo le fragorose risate per la pallonata sparata, sono stati in tanti a fare scongiuri e toccare ferro, tenuto conto che, Abbati, Cioce, Coppi, De Finis, Magistro, Scardicchio, Ventura e con loro i circa 1200 iscritti , hanno prodotto sia alle elezioni regionali che a quelle senatoriali un risultato eccezionale, con quasi 12.000 voti, più di 1/5 dei voti che il PSDI ha preso in tutta Italia. L’amarezza del signor d’Andria, con i suoi compagni dev’essere stata forte per non essere riuscito ancora, nonostante le tante telefonate, a convincere i dirigenti pugliesi a riconoscerlo come capo. Ma di compagni per strada il Signor d’Andria, anche in Puglia ne potrà trovare, anche tra chi si è dato da fare- nei mesi scorsi – per frugare nel passato più o meno recente dei compagni. No, questi signori, non ci mancano oggi nella battaglia per riaffermare i valori di democrazia e libertà, nè ci mancheranno domani, quando la socialdemocrazia italiana, dovrà tentare di recuperare dignità e considerazione tra le forze politiche italiane. La politica non è spettacolo, con un palcoscenico e tante luci, ma dura realtà fatta di silenzioso ed umile lavoro, anche dietro le quinte, dove il consenso si misura con i voti, senza trucchi. E di truccatori, intorno, il Signor d’Andria, ne ha parecchi.

N.L. Saetta

Articolo Dettaglio   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Il presidente dell'Internazionale Socialista, Georges Papandreou, durante un incontro ufficiale con il gruppo del PSE al Parlamento Europeo ha annunciato che il Partito del Congresso dell'India ha deciso di instaurare un rapporto strutturato con l'Internazionale Socialista, un passo deciso nel cammino verso una futura adesione dell'importante movimento nazionale indiano:Sonia Gandhi «Dopo il mio incontro con l'amica Sonia e il ministro degli Esteri indiano - ha detto il presidente dell'Internazionale Socialista Giorgos Papandreou - ho il piacere di annunciare la sostanziale partecipazione di questo grande partito, il Partito del Congresso, all'Internazionale socialista in modo organico e sistematico, cosa che certamente contribuirà a dare all'India una voce, ma rafforzerà al tempo stesso la voce dei socialisti e delle forze progressiste nel mondo. Con questo messaggio vogliamo mettere in luce il ruolo che l'Internazionale Socialista ha nei dibattiti mondiali che riguardano i grandi temi della nostra epoca».
Pittella, Presidente della delegazione italiana nel gruppo del Pse ha dichiarato: «Si tratta, indubbiamente, della felice conferma che la famiglia socialista nel mondo è ben viva e resta forza attrattiva per i movimenti democratici e progressisti dovunque essi operino».
Una cosa è certa, il netto avvicinamento alla famiglia socialdemocratica del Partito del Congresso guidato da Sonia Gandhi - storico soggetto politico dell'India nonchè, con il suo miliardo d'abitanti, faro della coalizione di Governo della più grande democrazia del mondo - è un chiaro messaggio per chi vedeva giunta al tramonto una Internazionale vincolata all'idea, quasi arcaica, di un socialismo liberale e democratico.
Un forte segnale in chiara controtendenza per tutti coloro che continuano a chiedere a più riprese, a nome di un'anomalia tutta italiana, di cambiare fisionomia ed identità al Partito del Socialismo Europeo ed all'Internazionale Socialista.
Articolo Dettaglio   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Ufficio Stampa (del 13/02/2007 alle 13:34:31, in Lettere Aperte, linkato 614 volte)

Ho letto la nota EDITTO del sig. d'Andria e da Socialdemocratico, militante di un Partito sensibile ai problemi sociali, sento l'obbligo di dissentire da quanto in essa riportato. il nostro Partito -laico- dovrebbe lasciare al centro destra la GHETTIZZAZIONE di alcuni strati della società e la tutela di altri con leggi ad personam. Gli aggrovigliati ARZIGOGOLI non hanno mai rappresentato il nostro ILLUMINATO PENSIERO!! Innanzitutto tengo a precisare che le leggi emanate dal Parlamento Italiano non devono e non possono essere BACCHETTATE da altri Stati e che lo Stato LAICO, pur tenendo in debita considerazioni le osservazioni, NON I DIKTAT, ha il DIRITTO-DOVERE di applicarle a salvaguardia dei diritti di TUTTI I CITTADINI. A quanto mi consta, dopo avere esaminato il documento e letto le responsabili, ARTICOLATE osservazioni di eminenti personalità della cultura e del BUON giornalismo, la legge rappresenta una novità al passo con i tempi e tutela TUTTI, anche coloro che per motivi contingenti familiari hanno dovuto fare scelte che non rientrano negli INVETERATI canoni delle IMPOSIZIONI. A mio giudizio la CHIESA ha il diritto di proporre delle osservazioni, ma ha il DOVERE di rispettare la volontà del Parlamento DI CAMMINARE PIU’ SPEDITAMENTE AL PASSO CON I TEMPI. Siamo nel terzo millennio E I COSTUMI SI EVOLVONO!!! Il vecchio canone di dovere vivere in eterna conflittualità con il partner e non avere la possibilità di riconquistare la propria libertà è stato risolto con una Legge a lungo osteggiata, ma che è stata PROMULGATA! Con lungimiranza ed apertura mentale i problemi innovativi sono sempre stati affrontati dai SOCIALDEMOCRATICI che, dopo averli esaminati IN ASSEMBLEE provinciali e regionali, a volte con dibattiti vivaci e contrastanti, hanno VARATO INSIEME i deliberati e li hanno affidati POI al proprio portavoce. Come in precedenti occasioni dobbiamo INVECE rilevare che UNICUM decide ed emana!! IO NON CI STO perché la DICO è una buona Legge, forse perfettibile nel titolo e nei contenuti, ma non certamente da GETTARE ALLE ORTICHE e, come tale, va sostenuta e non osteggiata. Credo che la maggioranza dei compagni è d'accordo con il CENTRO SINISTRA EVOLUTO e rispetta il PROGRAMMA, da tutti votato alle PRIMARIE. I DISTINGUO O ADDIRITTURA LA SCELTA IMMORALE dell'altro schieramento dimostra una pericolosa incoerenza ed il RECONDITO TENTATIVO di riconsegnare il POTERE a chi per 5 anni lo ha adoperato per risolvere problemi personali o la malcelata ambizione di poter alzare il PREZZO DELLE PROPRIE QUOTAZIONI! I SOCIALDEMOCRATICI VERI non sono più disposti ad eseguire ORDINI, ma vogliono riprendere a fare politica VERA, allontanandosi dalla REALITY POLITIK inaugurata DA UOMINI DI SPETTACOLO e dalla maggioranza OSTEGGIATA CON VEEMENTE DEMOCRAZIA. I SOCIALDEMOCRATICI,CONSAPEVOLI DELLA FORZA IDEALE CHE LI HA SEMPRE ANIMATI, VOGLIONO CHE ALL'INTERNO DEL PARTITO SIA RIPRISTINATA LA DEMOCRAZIA E LA LIBERTA' DI DIALETTICA.

Ciro Tinè

Articolo Dettaglio   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Ufficio Stampa (del 12/02/2007 alle 11:19:06, in Lettere Aperte, linkato 518 volte)
Gli ultimi avvenimenti gravissimi che hanno provocato la morte di un servitore dello Stato mi hanno stimolato ad alcune profonde riflessioni.
Da molti anni ha raggiunto livelli intollerabili e noi tutti dobbiamo sentirne il peso della responsabilità.
La mancanza del senso civico, a mio parere, va ricercato nella mancanza del rapporto di tolleranza tra i vari componenti dei vari strati della società e nell'enorme divario tra ricchezza e povertà che noi socialdemocratici avremmo dovuto attenuare con provvedimenti adeguati.
I giovani di oggi sono privi di idealità, non per colpa loro ma dalla mancanza di adeguata informazione da parte di chi avrebbe avuto il dovere di insegnarla.
Le istituzioni sono divenute i nemici da abbattere e con loro tutti coloro che sono impegnati a difenderle, senza soffermarsi ad esaminarle e comprenderne il significato.
A noi è stato insegnato che lo Stato siamo noi e la proprietà di esso è patrimonio di tutti, perchè tutti contribuiamo a difenderla ognuno con le proprie possibilità.
Tutte le occasioni sono buone per metterle a dura prova, nascondendosi spessissimo dietro ALIBI di comodo: Quando chi ha le leve di potere esercita il proprio tornaconto, eludendo i sacri ed invialabili principi di democrazia, crea nella mente del cittadino la consapevolezza di essere autorizzato ad un identico comportamento.
La democrazia è libertà e non può essere confusa con l'anarchia o l'oligarchia! E' vero stiamo attraversando un periodo tumultuoso, il mondo è attanagliato dalla violenza, bambini vengono addestrati alla guerra, non solo nei paesi dove regna la fame e il degrado dei valori fondanti la società civile, ma in paesi civili come la Gran Bretagna, dove essi dovrebbero essere educati all'amicizia e alla tolleranza.
Questo è il modello di mondo che stiamo costruendo!
A noi SOCIALDEMOCRATICI spetta l'obbligo di una profonda riflessione e la consapevolezza di essere portatori di grandi valori umanitari deve costringerci ad intervenire nel panorama politico nazionale ed Europeo per l'applicazione e la salvaguardia di essi.
Le mie argomentazioni perchè mi sono sentito VIOLENTATO PSICOLOGICAMENTE dai comportamenti di chi in partito avrebbe dovuto seguire i dettami della democrazia e della tolleranza.
E' assolutamente impensabile che all'interno del Partito in cui militi da decenni non sia permesso o ancor peggio vetato di esprimere le proprie idee o le proprie perplessità.
Il dialogo, seppur aspro, è il modo più democratico che esista e i comportamenti oligarchici usati ultimamente sono da condannare e da contestare veementemente.
Non ho alcuna velleità che quanto riportato possa incidere positivamente in chi mi leggerà, ma almeno ho esercitato il mio diritto di appartenenza ad un mondo amichevole e tollerante, nel quale non c'è posto per qualsiasi tipo di violenza e di sopraffazione.
A lungo andare la violenza si ritorce su chi la pratica e violenza chiamerà violenza dando vita ad un mondo di odio, di furore e di rancore incontrollato.
Per favore non chiamiamolo BESTIALE, perchè nel mondo animale esiste un codice d'onore da tutti rispettato!!!!!!
Abbiamo bisogno di serenità e partecipazione per le sfide che ci attendono per la soluzione dei gravissimi problemi che minano le fondamenta della natura e della vita futura degli abitanti del globo.
Gli abitanti di un paese civile hanno il diritto di pretendere il buon funzionamento delle strutture istituzionali, ma nel medesimo istante ha il dovere di contribuire, nella misura delle proprie possibilità, alla realizzazione dei programmi che garantiscano il miglioramento della vita e della salute attraverso la tutela dell'ambiente.
Le mie argomentazioni hanno come destinatari i VERI SOCIALDEMOCRATICI e non certamente quelli che hanno adoperato, e continuano ad adoperare, modi e provvedimenti antidemocratici.


CIRO TINE'
Convinto e fervente socialdemocratico e EUROPEISTA
Articolo Dettaglio   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Ci sono 5 persone collegate

< dicembre 2018 >
Lu
Ma
Me
Gi
Ve
Sa
Do
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
           

Cerca per parola chiave
 

Titolo
ARCHIVIO STORICO (1)
Articoli Magistro (38)
Curiosità (2)
Eventi (28)
Lettere Aperte (88)
politica (29)
Ufficio Stampa (506)
Verso il XXVIII Congresso Nazionale del PSDI (8)
W il Blog (1)

Catalogati per mese:
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018

Gli interventi più cliccati


Titolo
Archivio (12)
Rassegna Stampa (28)

Le fotografie più cliccate

Titolo
Il disegno di Legge sul Federalismo, cosa ne pensi?

 Buono
 Passabile
 Indecente

Titolo
Collabora con NOI
Registrati subito al nostro blog e potrai scrivere articoli, pubblicare foto e demo mp3...
Clicca qui

Login (Area Riservata)
Ingresso dedicato a tutti gli Autori del blog...
Clicca qui

Contattaci
Invia pure un messaggio al seguente indirizzo e-mail
PSDI (Direzione Nazionale)




19/12/2018 @ 12:08:43
script eseguito in 78 ms