Immagine
 ufficiostampa.isd@gmail.com - segreteria.isocialdemocratici@gmail.com... di Ufficio Stampa
 
"
Un ideale ci deve esser caro soltanto perché è vero, e non perché è nostro.

BELINSKIJ
"
 
\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati all'interno del sito, disposti in ordine cronologico.
 
 
di Corrado Didonna (del 30/07/2009 alle 14:25:02, in politica, linkato 823 volte)
Apprendiamo , senza alcun stupore, quanto accaduto ieri nella seduta plenaria del Consiglio regionale della Campania presieduto dall’on. Sandra Lonardo, il quale all’unanimità approvava un ordine del giorno firmato da tutti i gruppi politici , con il quale si chiede al ministro Alfano l’applicazione del Decreto Ministeriale che assegna la sede meridionale della Scuola Superiore di Magistratura alla città di Benevento e più precisamente nei locali dell’ex Scuola allievi Carabinieri ausiliari , già ampiamente adeguati per ospitare il prestigioso istituto di formazione. Il fatto in sé , fa riflettere come una classe politica seria, competitiva e realmente attaccata al proprio territorio supera tutte le barriere ideologiche e di partito , pur di portare avanti un progetto concreto e con risvolti positivi nei temi sociali, economici ed occupazionali. Invece in Calabria , sarebbe impensabile che il Consiglio Regionale di stanza a Reggio Calabra possa appoggiare un iniziativa a favore di Catanzaro o Cosenza o viceversa; come surrealistico sarebbe pensare che a Catanzaro deputati, consiglieri regionali, provinciali e comunali posso comunemente partorire una forma di protesta seria , che vada oltre alle rituali parole, nei confronti dell’ennesimo scippo perpetrato a danno della città Capoluogo di Regione. Probabilmente l’attaccamento alla rendita personale e alla poltrona istituzionale rende cechi anche abili “aquile” della politica , salvo avvistarli abilmente come avvoltoi solo nelle campagna elettorali in accetta di qualche voto in più, che possa rafforzare questo o quel centro di potere, sempre a discapito del cittadino. L’auspicio nostro ma crediamo di tutti è che fatti del genere facciano maturare nell’opinione pubblica una coscienza libera e critica , che spazzi via l’attuale classe politica dirigente calabrese , la quale ha pienamente fallito il suo mandato sia dal punto di vista istituzionale che sul semplice piano umano; l’elettorato deve ripartire da coloro che realmente posso risollevare le sorti dalla nostra Regione, scegliendo volti nuovi tra coloro che vivono quotidianamente e nel concreto i problemi di tutti i giorni ma non si arrendono mai di affrontarli e soventemente a risolverli. PSDI CATANZARO
Articolo Dettaglio   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Ufficio Stampa (del 21/07/2009 alle 12:58:13, in Ufficio Stampa, linkato 682 volte)

Roma, lì 21.07.2009

Al Presidente Nazionale - Ai compagni della Direzione Nazionale

e, p.c. Al Collegio Nazionale dei Probiviri - Al Collegio Nazionale dei Revisori dei Conti - Al Comitato Etico

Oggetto : convocazione riunione della Direzione Nazionale PSDI.

Cari compagni, la Direzione Nazionale è convocata per giovedì 10 settembre 2009 - alle ore 23.00 - in prima convocazione e per venerdì 11 settembre 2009 - alle ore 12.00 - in seconda convocazione – in Roma – presso la Sede del Partito sita alla Piazza del Popolo n. 18, per discutere sul seguente ordine del giorno:

1) relazione politica-organizzativa ed amministrativa del Segretario. Provvedimenti relativi;

2) incarichi di lavoro e dipartimenti. Provvedimenti relativi;

3) tesseramento 2009. Provvedimenti relativi;

4) presa d’atto delle decisioni del Consiglio Nazionale per organizzazione conferenza programmatica;

5) richiesta di indizione anticipata del Congresso Nazionale del 2010 ed eventuali provvedimenti statutari conseguenti;

6) varie ed eventuali. In attesa di incontrarVi, invio cordiali saluti.

IL SEGRETERIO NAZIONALE

 f.to Mimmo Magistro

Articolo Dettaglio   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Ufficio Stampa (del 21/07/2009 alle 12:55:01, in Ufficio Stampa, linkato 660 volte)
“Benvenuto nel nostro club”. Il messaggio lo invia il Segretario Nazionale del PSDI, Mimmo Magistro, all’ On. Lello Di Gioia, leader dei socialisti pugliesi, che ha minacciato la rottura con Nichi Vendola, reo di averlo escluso dalle trattative e dalla definizione della Giunta. “Quando avevo denunciato il brutto vizio di Vendola di non mantenere fede agli impegni assunti – continua Magistro – qualche zelante socialista nostrano (di quelli che non riescono a restare, neanche per un giorno, fuori dalle stanze del potere), mi zittì riempiendomi di contumelie. Bene, se i socialisti vogliono, dopo questa brutta esperienza con Vendola, possiamo riannodare – anche con tutto il variegato mondo laico e socialista - i fili di una leale collaborazione per evitare di continuare a fare i donatori di sangue anche per il futuro”.
Articolo Dettaglio   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Ufficio Stampa (del 17/07/2009 alle 14:28:31, in Ufficio Stampa, linkato 651 volte)

Il Sud sempre più povero. Non solo il reddito pro - capite al Mezzogiorno diminuisce, ma aumentano i nostri cervelli che fuggono sempre più numerosi nel Nord Italia o si sperdono in Inghilterra, Spagna e negli Stati Uniti . Normalmente, sono i migliori. Come quarant’anni fa, continua la migrazione della nostra migliore gioventù. Prima erano le nostre braccia a prendere un treno con la valigia di cartone. Ora sono i nostri cervelli, i nostri figli, che vanno via in aereo, con lussuose valigie griffate, alla ricerca di un lavoro dignitoso per il loro titolo di studio, arricchito spesso dal costoso master pagato dalla Regione Puglia. Il rapporto SVIMEZ, con dati scientifici e statistici, ha ulteriormente confermato il fallimento di tutti i progetti della Regione Puglia nei confronti dei giovani. Centinaia di milioni di euro sono stati investiti perché i nostri laureati potessero frequentare un master in Italia o all’estero, per poi poter ritornare in Puglia. In Puglia hanno ritrovato povertà, precarietà, disoccupazione, sottooccupazione e , quando è andata bene, un posto da commesso in uno dei tanti ipermercati. Gli unici laureati che lavorano – sempre da precari - sono coloro i quali hanno trovato un “Santo in Paradiso”, assunti dalla Regione Puglia con le così dette short-list inventate dal Governatore Vendola (fortunatamente l’Assessore Minervini se è sempre tenuto lontano) che sono elenchi clientelari ove l’unica priorità è data dal rapporto con il potente di turno, perché sono chiamati in servizio dai singoli assessorati. I più raccomandati hanno potuto spuntare una consulenza oppure un rapporto di collaborazione attraverso quei progetti nei quali vengono assunti giovani laureati che controllano che fine hanno fatto i loro predecessori i quali, a loro volta, controllavano i predecessori. Una sorta di gioco dell’oca messo in piedi per distribuire risorse che invece andavano utilizzate per lo sviluppo, per la ricerca, per promuovere il turismo, la cultura e l’ambiente. La Puglia perde l’ennesima scommessa sul futuro. Una sconfitta per Vendola e la sua truppa!

Mimmo Magistro

Articolo Dettaglio   Storico Storico  Stampa Stampa
 
La decisione del Cipe di finanziare la tratta ferroviaria Bari- Napoli, per renderla coerente con le esigenze del territorio, è una buona notizia. Il mancato finanziamento del completamento della Strada Statale 106 Jonica, al contrario, lascia tutti con l’amaro in bocca per l’importanza che l’arteria assume per tutta la dorsale Adriatica, anche come alternativa alla Salerno – Reggio Calabria, sempre più intasata. Ma quello che lascia stupiti è che, né dalle istituzioni locali, né dall’ANAS, sia valutata l’opportunità di collegare le due autostrade Salerno - Reggio Calabria ( e quindi Napoli- Roma - Firenze – Bologna) e la Taranto - Bologna con la sola realizzazione della bretella tra Sibari e Taranto. Un’opera che, trasferendo parte del traffico proveniente dalla Sicilia sul versante Adriatico, eviterebbe i disastri urbanistici ed idrogeologici lungo il Tirreno per la realizzazione di terza e quarta corsia, a parte i costi finanziari imponenti di tali opere. Una cecità politica ed amministrativa davvero incomprensibile, che i nostri deputati nazionali ed europei, farebbero bene a sottolineare direttamente al Ministro Matteoli.
Articolo Dettaglio   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Ufficio Stampa (del 06/07/2009 alle 12:42:00, in Ufficio Stampa, linkato 709 volte)

Il Consiglio Nazionale, con la discussione ed i numerosi interventi dei compagni ha avuto modo di prendere atto e registrare che :

1) il voto europeo, a cui il Partito non ha partecipato con proprie liste di candidati o propri rappresentanti in altre liste, ha dimostrato con tutta evidenza il dato della scarsa, se non scarsissima, affluenza alle urne da parte del popolo degli elettori. La scarsissima partecipazione dei cittadini alle urne è da attribuirsi in particolar modo alla distanza enorme che oggi separa la gente comune dagli organismi rappresentativi europei,dalla sfiducia della gente nei riguardi delle modalità con cui tali elezioni vengono svolte (circoscrizioni troppo grandi e liste di candidati calate dall'alto, peraltro già destinati a vincere o perdere!). Occorre, quindi,provvedere al più presto alla revisione e modifica di tale sistema elettorale, allineando, ad esempio, le circoscrizioni ai territori regionali ed utilizzando strumenti di maggiore partecipazione del popolo degli elettori alla formulazione delle liste dei candidati.

 2) Per il voto referendario, sul quale non è stato raggiunto nemmeno il quorum,appare di tutta evidenza che tale istituto è considerato da parte della gente che va a votare come obsoleto e superato. Gli elettori non vogliono più essere chiamati al voto soltanto per abrogare una legge, sulla quale il Parlamento non è stato capace di decidere, considerato oltre tutto che subito dopo il voto tutto rimane impantanato lì dove è, ed ancor più non vogliono assolutamente essere convocati alle urne per esprimere il proprio giudizio su proposte normative tecnicamente inaccessibili ed incomprensibili alla più larga maggioranza degli elettori.

3) Il voto amministrativo merita un approfondimento ed una valutazione assolutamente particolare, perchè coinvolge la linea politica delle idee guida e del sistema delle alleanze sulle quali il Partito, se vuole sopravvivere, deve necessariamente muoversi nell'immediato futuro.

Il Partito,nel rispetto della autonomia riconosciuta ad ogni sua componente presente sul territorio nazionale(Organismi regionali, provinciali e cittadini) – e gelosamente richiesta e preservata - dalle linee guida del Congresso di Bellaria e dai deliberati della Direzione e del Consiglio Nazionale, ha costruito presenze ed alleanze locali quasi a 360 gradi, nel tentativo estremo di conseguire rappresentanze nelle istituzioni.

Tranne rarissime eccezioni,nulla essendo intervenuto per ostacolare i progetti e gli obiettivi locali, tale operazione, visti i risultati ottenuti, è da ritenersi assolutamente negativa.

Il PSDI, quindi, così come si presenta, a partire dal simbolo per poi continuare nelle sue forme organizzative, a livello nazionale, sul territorio, non solo non riesce a penetrare maggiormente nel giudizio positivo della gente che va a votare, ma addirittura arretra quasi dovunque dal Nord al Centro ed al Sud del Paese.

Certamente, l'avversione ormai conclamata del corpo elettorale nei confronti dei Partiti storici ( alcuni di questi magari riveduti e corretti come il Partito Democratico o l'arcipelago della sinistra tradizionale);certamente la presenza di potenti macchine elettorali, tali anche dal punto di vista economico e finanziario;certamente la scarsa presenza organizzativa del Partito sul territorio anche a causa degli ancora più scarsi mezzi finanziari disponibili sono stati tutti fattori dello schiacciamento del PSDI .

Rimane comunque la necessità e l'urgenza assoluta di ripensare il tutto( simbolo, modi organizzativi di essere sul territori, progetti e proposte politiche concrete capaci di riprendere a parlare alla mente ed al cuore della gente).

Per fare questo si rende necessario un appuntamento urgente di tutti i quadri dirigenti, da tenersi entro l’autunno, nel corso quale ripensare nuove strategie ed un modo nuovo di essere e di presentarsi da parte del Psdi, anche rispetto ad ogni ipotesi di alleanza, perchè il Partito possa pensare di continuare a vivere. Il tempo stringe e le elezioni regionali sono ormai alle porte! Il Consiglio Nazionale affida alla Direzione il compito di individuare lo strumento più idoneo, quale una conferenza programmatica aperta a tutti e soprattutto alla generazione più giovane. Comunque un obiettivo dirompente di cambiamento. Ogni continuare a restare fermi e nell'attesa che qualche miracolo discenda dal cielo sarebbe assolutamente mortale, tenuto comunque conto delle tante nuove adesioni che pervengono quotidianamente.

Ogni soluzione nuova e concreta risulterà certamente utile per il PSDI, una volta fatte salve le sue radici storiche che dovrebbero sempre vederlo collocato nell'ambito di un progetto politico finalizzato a rendere più forte nel Paese la presenza di quanti continuano a credere nei valori di uno Stato autenticamente democratico, socialista, federale e laico e capace di realizzare le riforme necessarie a consentire un grado maggiore di libertà e di benessere a favore del popolo italiano.

Articolo Dettaglio   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Ufficio Stampa (del 02/07/2009 alle 19:01:48, in Ufficio Stampa, linkato 724 volte)

Roma 22 Giugno 2009

Ai componenti il Consiglio Nazionale PSDI

Loro Sedi

Cari compagni,

Vi rammento che il Consiglio Nazionale del PSDI è convocato per il giorno 3 luglio 2009 alle ore 23.59 in prima convocazione e per il 4 luglio 2009 alle ore 10.30 in seconda convocazione presso i locali di

HOTEL NORD NUOVA ROMA - Via Amendola n. 3 – ROMA (nei pressi della Stazione Termini)

con il seguente O.d.G. :

1) relazione introduttiva del Presidente Nazionale;

2) relazione politica del Segretario Nazionale;

3) interventi e dibattito;

4) replica del Segretario Nazionale;

5) conclusioni del Presidente Nazionale;

6) proposte di eventuali integrazioni e/o sostituzioni di componenti del Consiglio Nazionale e /o della Direzione Nazionale;

7) votazione di documenti e/o mozioni;

8) varie ed eventuali.

Il Presidente Nazionale

f.to Alberto TOMASSINI

P.S. I lavori si svolgeranno senza interruzione per l’intera giornata fino alle ore 18.30 e comunque non oltre le ore 19.00

Articolo Dettaglio   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Ufficio Stampa (del 02/07/2009 alle 14:29:15, in Ufficio Stampa, linkato 956 volte)

Ezio Alessandro Susella, Coordinatore Regionale del Piemonte, ha inviato al Segretario Nazionale, Mimmo Magistro la seguente nota:

“Caro Segretario, oggi abbiamo partecipato ufficialmente come Psdi ad una manifestazione per la democrazia in Iran. Oltre agli esuli iraniani, la manifestazione è stata organizzata da diversi movimenti, dall'Associazione per la laicità delle istituzioni, all'Associazione Italia-Israele, all'Associazione radicale Adelaide Aglietta. Il Psdi ha aderito ufficialmente ed io, Davide e altri compagni, abbiamo presenziato alla manifestazione in piazza Carignano qui a Torino, portando la solidarietà del Psdi".

Ezio Alessandro Susella

Articolo Dettaglio   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1
Ci sono 56 persone collegate

< febbraio 2017 >
Lu
Ma
Me
Gi
Ve
Sa
Do
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
         
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
ARCHIVIO STORICO (1)
Articoli Magistro (37)
Curiosità (2)
Eventi (28)
Lettere Aperte (88)
politica (29)
Ufficio Stampa (506)
Verso il XXVIII Congresso Nazionale del PSDI (8)
W il Blog (1)

Catalogati per mese:
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017

Gli interventi più cliccati


Titolo
Archivio (12)
Rassegna Stampa (28)

Le fotografie più cliccate

Titolo
Il disegno di Legge sul Federalismo, cosa ne pensi?

 Buono
 Passabile
 Indecente

Titolo
Collabora con NOI
Registrati subito al nostro blog e potrai scrivere articoli, pubblicare foto e demo mp3...
Clicca qui

Login (Area Riservata)
Ingresso dedicato a tutti gli Autori del blog...
Clicca qui

Contattaci
Invia pure un messaggio al seguente indirizzo e-mail
PSDI (Direzione Nazionale)




24/02/2017 @ 20:33:04
script eseguito in 78 ms