Immagine
 ufficiostampa.isd@gmail.com - segreteria.isocialdemocratici@gmail.com... di Ufficio Stampa
 
"
Un ideale ci deve esser caro soltanto perché è vero, e non perché è nostro.

BELINSKIJ
"
 
\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati all'interno del sito, disposti in ordine cronologico.
 
 
di Ufficio Stampa (del 26/10/2007 alle 17:03:11, in Eventi, linkato 888 volte)

Partito Socialista Democratico Italiano

DIREZIONE NAZIONALE

Roma , li 26 OTTOBRE 2007

· Al compagno On. Giorgio Carta

 · Al compagno Alberto Tomassini

 · Ai compagni della Direzione Nazionale

 · Ai compagni del Collegio Revisori dei Conti

 · Ai compagni del Collegio Probiviri

e,p.c. Ai Segretari Regionali

Oggetto: Convocazione Direzione Nazionale PSDI

Cari compagni, è indetta la riunione della Direzione Nazionale del Partito per le ore 23.00 di venerdì 9 novembre 2007 in prima convocazione e per le ore 11.00 di sabato 10 novembre 2007 in seconda convocazione, in Roma, presso la sede del Partito, sita al V.le Bruno Buozzi n. 87 , per discutere sul seguente o.d.g. :

 1) Comunicazioni del Segretario Nazionale sulla situazione politica;

2) coordinamento del testo del nuovo Statuto e bozza Statuto regionale - ratifica;

3) verifica rispetto requisiti congressualmente previsti per gli eletti negli organismi statutari;

4) nomine negli incarichi previsti dallo Statuto;

5) nomina del Tesoriere;

6) Comitato Etico: approvazione regolamento e nomina componenti;

7) proposte organizzative;

8) programma di manifestazioni e/o riunioni;

9) varie ed eventuali.

10) richiesta del Comitato Regionale della Calabria. Autorizzazione;

 

11) situazione Comitati Regionali: nomina commissari.

 

Prima della riunione della Direzione Nazionale, alle ore 10.30 del 10 novembre 2007 – presso la stessa Sede – si insedieranno il Collegio del Revisori dei Conti e quello dei Probiviri.

Invitiamo i componenti della Direzione ed i Segretari Regionali a volerci far pervenire, con cortese urgenza, gli indirizzi, possibilmente e mail , dei compagni del Consiglio Nazionale proposti al Congresso.

Cordialità.

 IL SEGRETARIO NAZIONALE

 f.to Mimmo Magistro

Articolo Dettaglio   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Ufficio Stampa (del 26/10/2007 alle 17:00:28, in Ufficio Stampa, linkato 816 volte)

Il neo Segretario Nazionale del PSDI, Mimmo Magistro, commentando la manifestazione del PD a Milano ha dichiarato:

"La diagnosi di Veltroni è condivisibile, ma l'unica conseguenza della sua spietata analisi è solo una: un profondo rinnovamento del Governo, con un dimezzamento di Ministri e Sottosegretari. Il limite del Governo, al contrario, è nell'incapacità di far seguire all'analisi i fatti - di restare in mezzo al guado - per l'impossibilità di tenere insieme l'anima cattolica e l'anticlericalismo più bieco, quella liberal e quella comunista".

Roma, 27/10/2007

Ufficio Stampa PSDI

Articolo Dettaglio   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Ufficio Stampa (del 26/10/2007 alle 16:30:07, in Ufficio Stampa, linkato 870 volte)

DELEGATO DELLA REGIONE ABRUZZO PER LA PRIMA MOZIONE

Sono Maurizio Vicoli delegato dell’Abruzzo per la 1^ mozione e consigliere comunale di Vasto. Ho molto apprezzato la relazione del segretario uscente On. Giorgio Carta. Con grande lucidità, schiettezza e profondità di pensiero egli si è coraggiosamente soffermato su alune questioni cruciali:

1) La globalizzazione come processo inarrestabile ma necessariamente da governare contro le nuove teorie liberiste improntate al laissez-faire;

 2) Il non più praticabile baratto “inquinamento” in cambio di “posti di lavoro”;

3) La responsabilità del sindacato all’interno di una economia profondamente cambiata, sindacato che è diventato conservatore e chiuso ad ogni ipotesi di riforma meritocratica all’interno di servizi nevralgici come la Scuola, la Sanità, la Pubblica Amministrazione. Il sindacato, a mio avviso, deve capire che, se non ci sarà una svolta meritocratica, sarà soprattutto il settore pubblico ad uscirne sconfitto. Ad esempio le esternalizzazioni dei servizi effettuate da molti Comuni per l’inefficienza del proprio personale, devono costituire un campanello d’allarme perché esse sono il primo passo verso la privatizzazione e sono la dichiarazione del fallimento del Pubblico nella gestione di servizi fondamentali per una società progredita. Però né l’On. Carta, né Magistro e né Conforti hanno posto l’accento sui Diritti Civili, sull’Energia e sul rapporto tra Stato e Chiesa e tra Stato ed altre confessioni religiose visto che l’Italia è diventata una nazione multietnica; argomenti questi che, tra l’altro, sono stati inseriti all’interno del questionario che ci è stato consegnato.

Così chiedo ai candidati-segretario:

1) Qual è la loro posizione sui DI.CO.; sull’adozione di bambini da parte di coppie omosessuali; sull’eutanasia e sulla fecondazione eterologa? Chiedo questo nella certezza che il moralista guarda sempre e solo all’ottimale e al meglio mentre il laico guarda anche al meno-peggio.

 2) Quale piano energetico hanno in mente per l’Italia: nucleare, eolico, solare od anche e piuttosto una decisa e drastica politica di risparmio energetico? Inoltre chiedo se a loro parere l’energia e l’acqua devono restare pubbliche o essere privatizzate?

3) Quale deve essere il rapporto tra Stato e Chiesa? Nonostante siano trascorsi 218 anni dalla presa della Bastiglia, in Italia si assiste ad una forma di sudditanza psicologica, direi “politica” dei governi (siano essi di centro-destra che di centro-sinistra) nei confronti della Chiesa. Così vediamo che mentre lo Stato attua tutta una serie di prelievi fiscali a catena sui semplici cittadini, si mostra del tutto indulgente verso la Chiesa (ad esempio: se io sono un concessionario di automobili e vendo un’ auto, allo Stato devo versare il 20% di IVA, sul restante devo pagare le tasse; su ciò che mi resta di guadagno netto dovrò pagare l’imposta sugli interessi se li deposito in banca mentre se decido di costruirci una casa dovrò pagare nuovamente il 20% di IVA per l’acquisto dei materiali, successivamente dovrò pagare per l’accatastamento dell’immobile, poi le tasse scaturite dal valore dell’immobile sulla Dichiarazione dei redditi ed infine dovrò pagare l’ICI! Quante volte viene tassato il mio guadagno? Come se non bastasse ora si propone anche la tassazione al 20% delle cosiddette “rendite finanziarie” quando invece sappiamo tutti che si tratta solo ed esclusivamente di risparmio delle famiglie: i capitali che danno rendite finanziarie sono. O saranno presto, all’estero e non appartengono certo alle nostre famiglie!! Alla Chiesa succede esattamente il contrario. Supponiamo che una parrocchia voglia costruire una casa per ospitare le famiglie dei detenuti che vengono a far visita ai propri cari. Ebbene quella parrocchia usufruisce dell’8 per mille; chiede ed ottiene finanziamenti pubblici da parte della Regione e della Provincia ed infine non paga nemmeno l’ICI. Ma la cosa più deplorevole è che alla fine sarà il parroco a decidere chi è degno e chi non è degno di ospitare all’interno dell’edificio costruito. Badate, vi assicuro che ciò accade anche laddove il centro-sinistra è al governo del Comune, della Provincia e della Regione.

Allora chiedo ai candidati-segretario, che con schiettezza e coraggio hanno criticato la fusione a freddo DS-Margherita, cosa pensano dei rapporti Stato e Chiesa e, soprattutto, se la Chiesa che non paga tasse allo Stato dall’Editto del 313 emanato dall’imperatore Costantino, debba pagare o meno l’ICI!

Stamattina il Corriere della Sera riporta che il partito di Fini, a dispetto dell’intervento di ieri effettuato dall’On. di Alleanza Nazionale che si diceva certo che oggi Saragat avrebbe scelto il centro-destra, propone referendum cittadini in quei comuni in cui si vogliono aprire nuove moschee. Ciò può anche starmi bene, ma allora è necessario sottoporre a referendum anche la costruzione di nuove chiese… lo dico solo per par condicio visto che l’Italia è uno Stato laico e aconfessionale. Ecco il punto centrale: la laicità dello Stato. Se fino a ieri questo era solo un concetto, un principio astratto enunciato sulla Carta costituzionale, oggi, con i flussi migratori che si registrano nel nostro paese, è necessario mettere in atto concretamente quel principio di uguaglianza, tolleranza e democrazia.

Vi prego di non prendere questa come una provocazione quanto come una richiesta di chiarezza, ritengo infatti che non sia affatto la stessa cosa stare con la Destra o con la Sinistra e sono convinto che saranno le risposte date dai candidati-segretario sui tre quesiti da me posti a collocare automaticamente e inequivocabilmente il nostro partito nello scenario politico nazionale ed europeo. Grazie.

Articolo Dettaglio   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Ufficio Stampa (del 26/10/2007 alle 12:04:19, in Ufficio Stampa, linkato 1128 volte)

Ripresa l’ attività dei vertici nazionali del PSDI. Dopo la riunione della Segreteria della scorsa settimana, la giornata di ieri  è stata densa di dialogo e di scambi di vedute tra i rappresentanti del PSDI ed i soggetti protagonisti della Costituente Socialista.

Nella mattinata il Segretario del PSDI , Mimmo Magistro accompagnato da Antonello Longo e Serafino Conforti, ha intrattenuto una conversazione molto cordiale con gli onorevoli, Gianni De Michelis e Biagio Marzo. Successivamente, presso la sede dello SDI in piazza San Lorenzo in Lucina , Antonello Longo , Serafino Conforti e Paolo Bigliocchi hanno svolto un lungo e franco colloquio con l’ On. Rapisardo Antinucci ed il Sen. Gerardo Labellarte, della Segreteria Nazionale dello SDI.

Sia De Michelis e Marzo che Antinucci e Labellarte hanno illustrato le fasi politiche ed organizzative del processo della Costituente Socialista, soffermandosi in particolare sui tempi ravvicinati del lancio del PS (Partito Socialista) il cui primo congresso sarà celebrato nel Febbraio 2008.

Questi tempi sono anche stati messi in relazione al possibile precipitare della latente crisi politica del governo Prodi verso elezioni politiche anticipate già nella prossima primavera.

 Gli esponenti socialisti hanno invitato il PSDI a valutare l’ opportunità di essere parte integrante del nuovo PS, fin dalla sua costituzione, prospettando anche le difficoltà che potrebbero nascere in caso di elezioni, dalla presenza di più simboli di partito nell’ ambito della stessa area socialista riformista.

Magistro e gli altri dirigenti del PSDI hanno, a loro volta, illustrato i contenuti e le conclusioni del recente congresso di Bellaria da cui emerge una funzione significativa del ritrovato slancio Socialdemocratico attorno ad un PSDI autonomo ed organizzato su scala nazionale, per il recupero di una componente politica, quella dei Socialdemocratici saragattiani, di antica e fulgida tradizione profondamente radicata tutt’ oggi in vaste aree del Pese, ricca di esponenti storici e nuove presenze le quali si sentono mal rappresentate nell’attuale configurazione politica del centrosinistra. La scelta dell’ area socialista come punto di riferimento non è un espediente tattico ma la sostanza di una identità politica e di un ruolo strategico.

Il PSDI va riconosciuto e valorizzato, all’ interno di una prospettiva di unità, nella sua dignità e grande potenzialità politica.

Nello stesso tempo, hanno sottolineato gli esponenti della socialdemocrazia, assieme ai compagni socialisti, vanno messi a fuoco gli aspetti di contenuto e di programma che devono caratterizzare l’ unità socialista, alcuni dei quali - dalla politica economica, soprattutto con riferimento al Mezzogiorno ed alle grandi infrastrutture, alle questioni etiche, alla forma-partito, il PSDI ritiene necessitino di un’ analisi più approfondita.

Articolo Dettaglio   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Ufficio Stampa (del 23/10/2007 alle 10:20:58, in Ufficio Stampa, linkato 898 volte)
Clicca qui per ascoltare l'intervista.

Istruzioni per ascoltare l'intervista.
All'interno della pagina del sito CATERPILLAR, cliccare a destra (sfondo arancione) su "I PODCAST di Caterpillar" e, successivamente, sull'mp3 del 19/10/2007 con oggetto PSDI - protesta perchè la RAI non ha seguito il Congresso di Bellaria.
Articolo Dettaglio   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Ufficio Stampa (del 19/10/2007 alle 15:17:41, in Eventi, linkato 876 volte)

Magistro oggi dalle 18.00 alle 19.30 su radio 2

Dopo l’interpellanza del compagno, On. Giorgio Carta e la protesta del neo Segretario del PSDI, Mimmo Magistro, sulla RAI, qualcosa inizia a muoversi. Il compagno Magistro sarà oggi tra gli ospiti di “caterpillar” - la nota trasmissione che va in onda su RADIO 2, dalle 18.00 alle 19.30. Ovviamente i socialdemocratici ringraziano Cirri e Solibello, i due conduttori ma dal silenzio del servizio pubblico attendono ben altra attenzione.

19.10.2007

Articolo Dettaglio   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Ufficio Stampa (del 18/10/2007 alle 17:48:39, in Ufficio Stampa, linkato 886 volte)
Una vibrata protesta per la disattenzione della Rai nei confronti dei lavori del XXVII Congresso Nazionale del PSDI, svoltosi la scorsa settimana a Bellaria , è stata elevata dal neo Segretario Nazionale, Mimmo Magistro. “Il PSDI di Giuseppe Saragat – sostiene Magistro – è l’unico Partito che a distanza di sessant’ anni non ha sentito la necessità di cambiare né il proprio nome né il proprio simbolo. Ha un rappresentante in Parlamento, è presente sul territorio in Regioni, Province e centinaia di Comuni, eppure, il servizio pubblico non ha avuto la sensibilità di dare uno spazio, neanche minimo, né nei telegiornali, né nelle tante trasmissioni politiche, al PSDI. Siamo pronti, a rivolgerci, oltre che agli organi di controllo e di vigilanza, anche al Presidente della Repubblica, Napolitano, che ci ha onorati con un fervido messaggio augurale”. Magistro non esclude anche altre forme di protesta. Sullo stesso argomento, l’On. Giorgio Carta, già Segretario Nazionale ed ora acclamato Presidente Onorario del PSDI, ha presentato un'interpellanza.
Articolo Dettaglio   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Ufficio Stampa (del 18/10/2007 alle 17:46:04, in Ufficio Stampa, linkato 860 volte)

Interpellanza urgente a risposta immediata. Premesso che:

-Nei gi 5,6,7, si è tenuto a Bellaria il congresso Nazionale del PSDI. -Dell’evento è stata data comunicazione a tutti gli organi di stampa ed in modo particolare alle direzioni delle reti e dei telegiornali della RAI-TV -Non è stata data alcuna notizia né del Congresso né dei documenti finali inviati.

Considerato che:

-la RAI con un siffatto comportamento deontologicamente scorretto contravviene a precisi obblighi previsti dal servizio pubblico. Il sottoscritto chiede al Presidente del Consiglio ed al Ministro delle Telecomunicazioni quali azioni intendano intraprendere per garantire una corretta informazione ed impedire una odiosa discriminazione nei confronti di una forza politica presente in Parlamento.

On Giorgio Carta

 Roma 15/10/2007

Articolo Dettaglio   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Ufficio Stampa (del 18/10/2007 alle 17:41:05, in Lettere Aperte, linkato 879 volte)

Il 14 ottobre ha sancito la nascita del Partito Democratico, a cui riconosco la capacità organizzativa e il tentativo di fare sorgere qualcosa di nuovo, ma rimango in trepida attesa per conoscere se veramente è nato qualcosa di nuovo o un assemblaggio del vecchio con un nuovo abito. Di fronte al nuovo che avanza inesorabilmente le anime della sinistra DEVONO AVERE IL CORAGGIO,seppure nelle diversità ideologiche, di intraprendere il cammino verso la VERA REALIZZAZIONE dell’area socialista, che dovrebbe essere già stata realizzata, per dare vita ad un centro sinistra forte che possa finalmente attuare,senza coercizioni di alleati poco credibili, le riforme necessarie per migliorare le condizioni di vita. L’attuale quadro politico ci costringe, se non cambiano drasticamente le condizioni, A MANTENERCI IN MEZZO AL GUADO, ritardando la possibilità di ristabilire a breve affidabilità e credibilità nel nostro elettorato. Il qualunquismo e l’opportunismo che ha dominato, e continua a dominare, la vita politica nel nord est ha reso sterile qualsiasi iniziativa dei compagni, ANIMATI DAL SACRO FUOCO DELLA SOCIALDEMOCRAZIA, che guardano con enorme apprensione e SPERANZA gli sviluppi di un possibile accordo tra il variegato orizzonte del SOCIALISMO RIFORMATORE. Queste mie riflessioni caratterizzano il mio stato d’animo RIBELLE che da troppo tempo attende che la POLITICA SI OCCUPI DELLA GENTE. SONO CERTO CHE BISOGNA INVENTARSI QUALCOSA DI NUOVO CHE COINVOLGA APPARTENENTI, E NON, AI PARTITI per ripristinare la legalità nella vita quotidiana e il rispetto per la vita umana con una particolare attenzione per I TROPPI CHE SOFFRONO. Facciamo in modo che le nostre idee si incontrino e divulghiamole, così faremo conoscere agli INDIFFERENTI E AGLI SCETTICI, che esistiamo e vogliamo LAVORARE PER LORO E PER IL BENESSERE DI TUTTI. FATTI E NON PAROLE!!!!! FACCIAMO SENTIRE QOVUNQUE LA NOSTRA VOCE,con correttezza e soprattutto con CHIAREZZA.

Bassano 17.10.2007

Ciro Tinè

Articolo Dettaglio   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Ufficio Stampa (del 15/10/2007 alle 13:51:12, in Lettere Aperte, linkato 871 volte)

QUELLO CHE I CITTADINI VORREBBERO REALIZZATO

IL XXVII CONGRESSO NAZIONALE che stiamo celebrando richiama alla mia mente i momenti di delusione e di amarezza che hanno accompagnato,negli ultimi decenni,il mio impegno politico per superare le incomprensioni e l’indifferenza della gente. Il presente intervento è rivolto a tutti i congressisti,perché essi rappresentano il collegamento NATURALE E RESPONSABILE tra il Partito e i cittadini e, in molte occasioni,rappresentano le loro istanze nelle sedi istituzionali. Questa assemblea è chiamata a sancire l’abbandono dei vecchi schemi,obsoleti e farraginosi,e mandare al macero RETORICA( ormai tutti conoscono la storia che abbiamo garantito,per L’INTUIZIONE DI UNO,libertà e democrazia all’ITALIA) e TEORIA(le eterne promesse mai mantenute). La gente ha INDEROGABILE BISOGNO DI FATTI,che sono rappresentati dai problemi che l’angustia e preoccupa quotidianamente. È ad essi che dobbiamo dedicare tutte le nostre energie e il nostro tempo: SICUREZZA – AMBIENTE E AGRICOLTUA – FISCO – SALUTE – SCUOLA – RIFORME (legge elettorale – l’assillante burocrazia – la giustizia lenta e farraginosa). Per riuscire ad attuare quanto proporrò è IMPROCRASTINABILE abbandonare EGOISMI,PRIVILEGI,COERCIZIONI AL NOSTRO INTERNO e lasciare lavorare coloro che sono in grado di svolgere responsabilmente gli incarichi,cui noi li deleghiamo. Un apprezzamento critico va esternato a coloro che fino ad oggi hanno dimostrato scarse capacità organizzative e collaborative. I compagni e i simpatizzanti che si sono,con diffidenza,riavvicinati al Partito chiedono UNA VIOLENTA STERZATA E UN CAMBIO DI ROTTA ,TRASPARENZA E CHIAREZZA. LE PROPOSTE CHE SOTTOPONGO ALL’ASSEMBLEA hanno come scopo l’inizio di un SERIO dibattito. Sono certo riceveranno consensi,ma anche critiche. QUESTA E’ VERA DEMOCRAZIA! Quella che la gente PRETENDE. SICUREZZA La gente vive nella continua angoscia di subire rapine,violenze fisiche, furti e scippi,addossando quasi sempre la responsabilità agli immigrati,ma spesso non è così. La criminalità non ha paternità,è senza confini!! Allora cosa fare? Quali possibili soluzioni? LA PRIMA: modifica della Legge sull’immigrazione, che non deve MORTIFICARE chi ha voglia di lavorare onestamente,ma garantisca loro SALARIO E ABITAZIONE decente e salubre. LA SECONDA: istituire IN TUTTI I COMUNI la CONSULTA DELLE ETNIE con un responsabile,eletto da ciascuna etnie,a cui fare riferimento costantemente ed in particolare negli avvenimenti malavitosi. A me sembra un modo per conoscere repentinamente i responsabili!! Eviteremmo il sorgere pericolosissimo di casi di RAZZISMO e di VENDETTE SOMMARIE. Le regole democratiche appartengono ai paesi civili e noi dobbiamo dimostrare di garantirle. AMBIENTE Rispettare l’ambiente significa proteggere la salute di tutti. Raccolta differenziata,fonti energetiche alternative,potenziamento dell’agricoltura seguendo le indicazioni che ci forniscono gli altri paesi,dove non rappresenta la CENERENTOLA ma un’attività di primaria importanza!!!!!!!!! Ad esso vanno collegati la famiglia,la scuola CENTRI EDUCATIVI CAPITALI!!! FISCO Per combattere l’evasione fiscale, VERA PIAGA D’IGNOMINIA, basterebbe investire sui Comuni la responsabilità della elaborazione degli elenchi fiscali dei cittadini, perché solo le amministrazioni locali sono a conoscenza della loro VERA CAPACITA’ CONTRIBUTIVA. Un contribuente che evade o dichiara un guadagno inferiore ad un operaio e abita in case di lusso e viaggia in macchine di grossa cilindrata può RAGGIRARE L’AGENZIA DELLE ENTRATE ma non gli uffici comunali. La mia presente proposta non rappresenta alcuna novità perché i controlli esistevano già in passato: SI CHIAMAVA TASSA FAMIGLIA, alla quale nessuno sfuggiva!!!!!!!!!!! Altra VERGOGNA è rappresentata dai PIANI REGOLATORI GENERALI. Essi rappresentano nella maggioranza dei casi l’AUTORIZZAZIONE PER POCHI ELETTI a fare SCEMPIO DEL TERRITORIO! Essi dovrebbero garantire la possibilità a chi non ha risorse finanziarie di potersi costruire un tetto con L’EDILIZIA CONVENZIONATA, ma NON GESTITA DALL’ATER! Queste rappresentano le SFIDE del futuro per il PSDI a noi il dovere – diritto di garantire un futuro migliore. POLITICA Sono ormai decenni che in ITALIA si fa ABUSO DI LISTECIVICHE, quasi a dimostrazione che appartenere ad un Partito rappresentasse UNA GRAVISSIMA VERGOGNA. A molti è comodo cavalcare il dissenso e i malumori della gente,coltivando odio e indifferenza,ma la verità è che LA VERA POLITICA E’ UN’ALTRA COSA! Per concludere chiedo a questo CONGRESSO e ad ogni compagno, che sarà investito di responsabilità in DIREZIONE NAZIONALE, l’impegno di risolvere i quesiti da me posti, perché solo così potremo ristabilire un CONTATTO DURATURO E COSTRUTTIVO CON I CITTADINI.

 Ciro Tinè

Articolo Dettaglio   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2
Ci sono 29 persone collegate

< febbraio 2017 >
Lu
Ma
Me
Gi
Ve
Sa
Do
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
         
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
ARCHIVIO STORICO (1)
Articoli Magistro (37)
Curiosità (2)
Eventi (28)
Lettere Aperte (88)
politica (29)
Ufficio Stampa (506)
Verso il XXVIII Congresso Nazionale del PSDI (8)
W il Blog (1)

Catalogati per mese:
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017

Gli interventi più cliccati


Titolo
Archivio (12)
Rassegna Stampa (28)

Le fotografie più cliccate

Titolo
Il disegno di Legge sul Federalismo, cosa ne pensi?

 Buono
 Passabile
 Indecente

Titolo
Collabora con NOI
Registrati subito al nostro blog e potrai scrivere articoli, pubblicare foto e demo mp3...
Clicca qui

Login (Area Riservata)
Ingresso dedicato a tutti gli Autori del blog...
Clicca qui

Contattaci
Invia pure un messaggio al seguente indirizzo e-mail
PSDI (Direzione Nazionale)




25/02/2017 @ 00:54:43
script eseguito in 109 ms