\\ Home Page : Articolo : Stampa
Magistro: La Godelli non scarichi sui comuni e sui concessionari le inadempienze della Regione, sorda ad ogni richiesta di salvare le coste!
di Ufficio Stampa (del 10/03/2014 alle 15:27:51, in Ufficio Stampa, linkato 635 volte)
Mimmo Magistro, presidente nazionale de "I socialdemocratici" è stato sino al 2004 responsabile del Demanio Marittimo Regionale. Sull'emergenza ambiente nel Salento, ha dichiarato:

"Ogni tanto ho la sensazione che alcuni amministratori negli ultimi anni abbiano vissuto lontano dal nostro territorio. Leggo di uno stupore della mia amica assessora al turismo, Silvia Godelli, per lo sgretolamento della costa salentina e della necessità di commissariare i comuni. All'Assessore voglio umilmente e sommessamente rammentare che la Regione è inadempiente da anni perchè avrebbe già dovuto commissariare i comuni da 5 anni in base a quanto previsto dalla legge Regionale  n.17 del 2006 (già dichiarata obsoleta dalla stessa giunta dell'epoca).

L'assessore al turismo, unitamente a quelli all'urbanistica, al Demanio, ai Lavori Pubblici,  sono circondati a volte da dirigenti e funzionari  che, straripando dalle loro competenze (sui porti turistici ci dedicheremo qualche altra volta), valutano problemi e proposte su base ideologica. Frequentemente è capitato che le loro  circolari, non avendo sostegno giuridico, siano state poi giustamente bocciate da provvedimenti del giudice amministrativo. I talebani, giova ricordarlo, i beni dell'umanità li hanno distrutti, non li hanno salvati. Quindi, di che ci lamentiamo se non corriamo ai ripari e se in 10 anni non un euro è stato utilizzato per salvaguardare falesie e coste su cui il prof. Cotecchia da anni ha presentato proposte concrete che andavano solo  mandate in appalto?

Orbene, anzichè, disquisire sulle responsabilità dei Comuni o dei Concessionari, anche perchè la prof.ssa Godelli sia avvia al decimo anno di esperienza assessorile, sarebbe il caso di cambiare, ad esempio, il management del Demanio Marittimo con altri dirigenti e funzionari esperti del settore, magari facendosi aiutare da qualche ufficiale del Demanio Marittimo Statale.

Nei paradisi marini ci sono le barriere coralline a salvare le spiagge. Da Termoli a Trieste...le barriere frangiflutto (ormai si usano quelle sommerse o leggermente affioranti che non disturbano la vista) sono una costante, così come tali barriere hanno salvato il lungomare di Bari che era periodicamente devastato dalle onde.

C'è una struttura a Capitolo, la Peschiera, che rappresenta la prova provata di ciò che si può fare nel rispetto delle leggi e di tutte le mille autorizzazioni necessarie. Invito l'assessora (il Governatore Vendola, cui non manca il buon gusto, l'avrà già visitata)  a farsi una passeggiata per vedere come si è creato un pezzo di paradiso per quel turismo che crea reddito e può aiutare lo sviluppo della Puglia.

Ovviamente, consiglio all' Assessore al Turismo e a quello al Demanio di raccomandare  agli estensori del mediocre PRC di rinunciare agli incarichi, come purtroppo accade, da parte dei comuni pugliesi per i piani di competenza, perchè etica ed i conflitti d'interesse non lo consentirebbero.

Mi sono permesso fare alcune osservazioni sul settore Demanio cui sono rimasto particolarmente legato....ma entrambi gli assessori possono cliccare il mio nome sulla rassegna stampa regionale e potranno dotarsi, gratuitamente, dei consigli che da 10 anni continuo a dare, inascoltato, e che forse avrebbero salvato il mare splendido del Salento. Tra poco, e non dipende da me,  inizieranno a venir fuori i problemi anche del Gargano, altra fetta di paradiso abbandonata alle chiacchiere da salotto di presunti illuminati, pagati a peso d'oro.

Una cosa è essere bravi ad insegnare urbanistica, altro è risolvere i problemi concreti. Il Governatore sappia che in Puglia ci sono bravi urbanisti, esperti nella difesa delle coste. Li chiami anche se non frequentano le sue Officine! Ovviamente per salvare le coste, oltre alle capacità progettuali ci vogliono i soldi e quelli li può dare solo la Regione ma questo la Godelli dovrebbe saperlo!"

Mimmo Magistro