\\ Home Page : Articolo : Stampa
Bene la FIGC sul razzismo: Gomes (Crotone) che lo alimenta inconsapevolmente, chieda scusa o va punito!
di Ufficio Stampa (del 17/10/2013 alle 12:14:30, in Ufficio Stampa, linkato 574 volte)
Mimmo Magistro, Presidente dell’Associazione Maglia Biancorossa che a Bari riunisce ex calciatori e tifosi, ha dichiarato:

“Con riferimento alla polemica innescata dal portiere senegalese Gomes, via Twitter, l’Associazione Maglia Biancorossa,  ribadisce la propria adesione ai valori sani dello sport e prende atto con soddisfazione che il Giudice Sportivo non ha comminato alcuna sanzione nei confronti del Bari.  E’ tutto bene quel che finisce bene, ma...
C'è un ma, perchè che Lega e Figc non possono non considerare le provocazioni che - è questo certamente il caso- giungono da chi  si comporta da “razzista al contrario”. Da chi, solo perchè di colore, ritiene di non meritarsi una selva di fischi che sarebbero andati anche ad uno svedese biondissimo che  come lui avesse perso tempo nel rimettere il pallone. Cioè i fischi se li è cercati ed è accaduto quello che sarebbe accaduto a qualsiasi degli altri 21 atleti in campo. La Lega e la FIGC devono sapere che Gomes ha creato - inconsapevolmente o meno - le condizioni per essere fischiato su tutti i campi dalla prossima partita in poi.  Segnaleremo tale atteggiamento provocatorio alle autorità sportive ovvero chiediamo che Gomes chieda scusa a tutti i tifosi ed all'intera città di Bari che ha sempre aperto, nei suoi stadi e nelle sue le sue palestre, le braccia a chiunque, senza distinzione di colore e razza!
Le ultime decisioni della FIGC di rivedere le norme sulla discriminazione razziale sono un valido strumento per evitare che i club diventino strumento di ricatto per pochi sconsiderati tifosi, ma devono anche costringere tutti i calciatori in campo a comportanti di lealtà sportiva.”

Mimmo Magistro
Presidente Associazione Maglia Biancorossa