\\ Home Page : Articolo : Stampa
MAGISTRO: Comune di Bari? Il nodo ferroviario è già nella fase esecutiva...gli altri progetti sono da 20 anni nei cassetti! Basta con lo spreco di risorse pubbliche!
di Ufficio Stampa (del 29/04/2013 alle 12:05:59, in Ufficio Stampa, linkato 602 volte)
Mimmo Magistro, presidente nazionale de "i socialdemocratici" e già  assessore al Comune di Bari, ha dichiarato:

"Periodicamente l' attuale Amministrazione Comunale di Bari ed il suo Sindaco, ormai avviati al record dei 10 anni, propinano minestre surgelate e riscaldate,  date in pasto per coprire le proprie incapacità. E' accaduto per  anni con i park&ride che altro non erano che i  parcheggi periferici allo stadio della vittoria e  lungomare Trieste collegati al centro con bus veloci che utilizzavano corsie privilegiate. L'iniziativa del 1983 chiamata  "zona blu" prevedeva  anche il divieto d'ingresso alle auto private tra le 7.30 e le 9.30(anche per evitare soste improduttive) e la realizzazione di piste ciclabili).

Da due-tre anni la coppia Emiliano-Sannicandro ci propina la  solita ristrutturazione dello Stadio S.Nicola , non rammento per quante volte e a quale prezzo, portato in giro per il mondo ( di certo 2 volte a Barcellona) come strumento anche per avvicinare eventuali acquirenti  del Bari calcio.

Infine,  queste ore, dopo un bando-concorso costato non so quanto, ritorna la storia del nodo ferroviario di Bari con soluzioni trite e ritrite da almeno 35 anni.

Rammento che il primo progetto fu presentato, con soluzioni analoghe a quelle prospettate oggi , dai due ministri baresi Di Giesi (al Mezzogiorno) e Formica (alle Finanze). Fu ripreso negli anni 91/94 dai sindaci De Lucia, Mazzucca, Memola, Leonida Laforgia con progetti di grande levatura, anche per il Rossani. Il progetto per la ristrutturazione della stazione centrale di Bari ( e di Venezia) era stata affidata al prof. Renzo Piano. Come nell'ipotesi di oggi i binari della stazione centrale venivano interrati, da Bari nord a Bari sud,facendo posto in superficie al verde.Il progetto ci venne presentato nel 1992  da Susanna Agnelli, (all'epoca Presidente di una società delle Ferrovie)  nello studio (con cremagliera ) di Renzo Piano  sulle terrazze a nord di Genova. La la cosa più assurda è che il Comune omette di dire che il nodo ferroviario di Bari è già in esecuzione con risorse che gli ex assessori Mario Loizzo e Guglielmo Minervini hanno reperito e che i cantieri sono prossimi all'apertura!

E visto che ci siamo non posso non esprimere grande soddisfazione per i mondiali di volley femminile previsti a Bari nel 2014, come per  tutti gli altri grandi avvenimenti sportivi sportivi. Mi sarebbe  piaciuto, però,  ospitarli, come nel passato, con  atlete baresi o di club baresi nel team italiano. In passato al Palaflorio abbiamo ospitato le nazionali di tante discipline ma avevamo una squadra di volley in A/1, 2 squadre di basket femminile in A/1  e grandi risultati anche olimpici con lotta greco romana, canoa, tennis tavolo, scherma ed atletica leggera ai vertici dello sport italiano. Adesso dobbiamo gioire( e gioiremo) se riusciremo a salvare il basket dalla terza serie. Cioè, peggio di così proprio non si poteva. Il troppo è troppo! Un po' di umiltà e trottare!".


Mimmo Magistro