\\ Home Page : Articolo : Stampa
Comunicato stampa - Segreteria Regionale iSD i socialdemocratici - Calabria
di Ufficio Stampa (del 28/06/2012 alle 19:37:20, in Ufficio Stampa, linkato 731 volte)

Luigi Cosentini Segretario Regionale iSD - Calabria

In seguito alla nomina a Segretario Regionale dell’iSD per la Calabria, ringrazio la Segreteria Nazionale per la fiducia accordatami.
Mi impegno a riportare gli ideali della sociademocrazia in una Regione in cui si è assistito ad un peggioramento della politica.
Mi occuperò in tempi brevi della organizzazione del Partito nella Regione, in particolare in collaborazione con  la Segreteria Nazionale nominerò i Commissari nelle Federazioni e dopo l’inizio della campagna di tesseramento, completata entro sei mesi, si svolgerà il congresso regionale che dovrà eleggere la Segreteria e gli altri organismi statutari.
Nonostante il mio interesse di riportare gli ideali della socialdemocrazia in tutto il territorio regionale, oggi pongo in modo particolare la mia attenzione sulla gestione politica della città di Cosenza e di rende.
Per quanto riguarda Cosenza è ancora presto per giudicare la Sindacatura Occhiuto, ma potrò esprimere una valutazione più attenta nel momento in cui questo Sindaco si misurerà non guardando alle piccole cose, poiché non è sufficiente organizzare fiere e feste per migliorare l’immagine della città ,ma concentrandosi sulle grandi opere.
Un occhio più attento andrebbe rivolto versi il centro storico che dovrebbe essere rivitalizzato con un piano di recupero che interessi tutto il territorio.
L’apertura di negozi a tempo su Corso Telesio non potrà infatti garantire un risveglio del centro storico, poiché interesseranno solo i visitatori il giorno dell’inaugurazione, riportando in  seguito la città vecchia nell’incuria.
Spostandoci su Rende, ritengo l’elezione a Sindaco di Vittorio Cavalcanti una ventata di rinnovamento, in una città dove la gestione della politica è sempre stata affidata agli stessi uomini che hanno creato delle incrostazioni di potere non facilmente rimovibili.
Mi auguro che Cavalcanti possa amministrare senza condizionamenti la città la quale non cerca un “Sindaco fantoccio” ma un ricambio generazionale in grado di affrontare le prossime scadenze politiche con idee e progetti nuovi.
Dovrebbe essere frenata la corsa alla cementificazione e impedita la concessione di costruire ovunque per consentire ai cittadini di vivere in una città a misura d’uomo.
Bisogna impedire che Rende continui ad essere gestita come un feudo, dunque puntare su un rinnovamento politico e dare spazio a giovani capaci e preparati per la gestione della Rende del futuro.
Quindi sprono Cavalcanti a non avere paura di essere il Sindaco di Rende ma ad avere coraggio di essere un Sindaco libero delle proprie scelte, ottenendo solo così la stima e la fiducia degli elettori.

Cosenza li, 27 giugno 2012                                                                            

Il Segretario Regionale
Luigi Cosentini