\\ Home Page : Articolo : Stampa
Risoluzione finale Direzione Nazionale del 18 giugno 2011
di Ufficio Stampa (del 23/06/2011 alle 19:52:01, in Ufficio Stampa, linkato 988 volte)

La Direzione Nazionale del PSDI, riunita a Barletta il 18 giugno 2011, in riunione congiunta con i Segretari regionali ed i componenti del Consiglio Nazionale in regola con il rinnovo dell'iscrizione al Partito per l'anno corrente, all'unanimità, sentita la relazione del Segretario Nazionale, compagno Domenico Magistro, l'approvano e fanno propria la seguente risoluzione.

Il PSDI rinnova l'impegno a rilanciare la fisionomia organizzativa e la presenza politica del Partito, ribadendone l'autonomia politica e la libertà di giudizio sulle alleanze nelle diverse articolazioni territoriali del Paese.

Anche in vista dei prossimi appuntamenti elettorali su scala nazionale il Partito decide di costruire una solida e riconoscibile piattaforma programmatica alla quale riferire ogni giudizio sull'operato del governo in carica e degli schieramenti politici oggi egemoni nel dibattito politico nazionale, così come ogni decisione riguardante la coerente ed univoca partecipazione al voto politico ed europeo di tutti gli iscritti, militanti e simpatizzanti del PSDI e le eventuali alleanze da stipulare.

A questo fine la Segreteria, la Direzione, il Consiglio Nazionale ed i Segretari regionali del PSDI approvano il documento intitolato “Socialisti, Riformisti, Federalisti per un'Italia più unita, giusta e libera” da utilizzare come testo-base e traccia di riferimento per la costruzione di un progetto condiviso e di un linguaggio comune, aprendo una sessione collettiva di lavoro attraverso il sito Internet “socialdemocraticieuropei.it” ed ogni altro strumento utile di partecipazione e di dialogo aperto a tutti i socialdemocratici ed a quanti, tra i cittadini che dovessero entrare in contatto, vorranno liberamente offrire il loro contributo di critica e di proposta.

La Direzione affida ad una commissione, coordinata dal compagno Antonello Longo e composta dai compagni Wilma Tagliaferri, Katia Mengozzi, Lello Pollice, Luciano Calì, Ezio Susella e Antonio Chiappetta il compito di curare e di seguire il dibattito democratico che in tal modo viene aperto, e di redigere entro il 30 settembre 2011 il testo definitivo di un documento contenete una proposta di piattaforma politico/programmatica del Partito.

La Direzione dà mandato alla Segreteria nazionale di convocare, entro il 31 ottobre 2011, la “Prima conferenza Programmatica nazionale del PSDI” con il compito di discutere, approfondire, emendare ed approvare in via definitiva (nella prospettiva elettorale) il documento programmatico redatto dall'apposita commissione.

In considerazione dello stato di difficoltà complessiva in cui versa il Partito sotto il profilo dell'organizzazione e dell'autofinanziamento,  preso atto che nella maggior parte delle regioni non si riesce a raccogliere iscrizioni oppure le iscrizioni raccolte sono in numero così irrisorio da non permettere di avviare il processo di  organizzazione ed il funzionamento di organismi dirigenti, si decide di rinviare di un anno, e cioè al mese di giugno del 2012, l'approvazione da parte del Consiglio nazionale (in base alla delega ricevuta dal Congresso nazionale e contenuta nelle norme transitorie e finali del vigente Statuto del Partito) dello Statuto regionale-tipo, cui dovranno uniformarsi tutte le regioni che non si saranno dotate di un proprio Statuto regionale approvato da un regolare Congresso regionale.

Per le stesse motivazioni si decide di revocare tutti gli incarichi di direzione politica nel territorio affidati mediante designazione da parte di organi territorialmente superiori e/o che risultano essere inattivi e/o vengono svolti senza il supporto dei necessari processi decisionali della democrazia interna al Partito, come regolata dalle norme statutarie. Si dà mandato alla Segreteria nazionale di provvedere in via straordinaria, con decisioni assunte caso per caso, ad assicurare nei modi e nelle forme che saranno ritenuti più opportuni, sentiti gli eventuali iscritti interessati, ad assicurare la presenza del PSDI nei territori in questione.

Clicca qui per scaricare il "Documento programmatico approvato dalla Direzione Nazionale del PSDI riunita a Barletta il 18 giugno 2011 in seduta congiunta con i Segretari regionali ed i componenti del C.N."