\\ Home Page : Articolo : Stampa
MAGISTRO: ABBATTERE I COSTI DELLA POLITICA.ETICA E SUD AL CENTRO DELL’IMPEGNO DEL PSDI.
di Ufficio Stampa (del 24/10/2010 alle 16:35:34, in Ufficio Stampa, linkato 769 volte)
Il Congresso dopo aver acclamato Mimmo Magistro Segretario Nazionale per il triennio 2010 – 2013, ha approvato all’unanimità la sua proposta per la costruzione degli Stati Federali dell’Euromediterraneo, nonché una serie di iniziative politiche per denunciare gli alti costi della politica non più giustificabili in un momento di difficoltà per il Paese. “E’ giusto - aggiunge Magistro- come afferma la costituzione all’Art. 51 che chi è chiamato a funzioni pubbliche ha diritto di disporre del tempo necessario al loro adempimento e di conservare il posto di lavoro e che (art.69) ai membri del Parlamento è dovuta una indennità, ma nessuna legge costituzionale ha mai stabilito che deputati e soprattutto consiglieri regionali debbano essere gratificati a vita – una sorta di “ Win for life”- anche con una serie di benefit (oltre ai finanziamenti pubblici per i loro partiti) a cui in tanti dicono di voler rinunciare, ma che continuano a percepire vergognosamente.” Il PSDI ha anche rinnovato il Consiglio Nazionale e ha proceduto nella notte agli ulteriori adempimenti con l’elezione del prof. avv. Angelo Scavone (Docente di diritto costituzionale all’Università di Bologna) a Presidente del parlamentino socialdemocratico e dell’ing. Annino De Finis (imprenditore alberghiero) e del Prof. Carlo Sprecacenere (ex amministrare regionale e comunale a Pescara) a vice presidenti. Magistro nella sua replica ha ringraziato il Presidente Napolitano ed i Presidenti del Senato e della Camera , Schifani e Fini, per i messaggi augurali inviati nei quali hanno ricordato il ruolo in Italia di Saragat e della socialdemocrazia per la democrazia e la libertà. Magistro, ha altresì, ringraziato tutte quelle forze politiche e sindacali presenti al Congresso, mentre non ha potuto fare a meno di sottolineare il silenzio del Partito Democratico ufficiale che nonostante le sollecitazioni verbali e scritte, a parte gli auguri personali di alcuni deputati pugliesi, non ha dato alcun segno di vita, “ sintomo evidente del caos e di un malessere organizzativo che regna nel Partito di Barsani”. Atteggiamento per Magistro “che si aggiunge a quello del Sindaco di Barletta, Maffei, eletto con oltre il 10% dei voti del PSDI e che ha goduto del sostegno di 4 consiglieri comunali socialdemocratici.” ” Il Sindaco Maffei- afferma il segretario del PSDI- nonostante l’invito ufficiale consegnatogli a mano e le assicurazioni sulla presenza, non ha né inviato un suo rappresentante né un cenno di saluto ai 150 delegati che per 3 giorni hanno riempito alberghi, negozi e ristoranti della splendida Barletta. Fortunatamente la presenza del Presidente della Bat e del Sindaco di Andria hanno coperto la “gaffe” istituzionale e politica del primo cittadino della città della Disfida. “ Il Congresso ha approvato il nuovo statuto, che disegna un nuovo PSDI federale , intriso di un costante richiamo all’etica sia nella fase del tesseramento che nella predisposizione delle liste. Nel corso dei lavori, il consigliere comunale di Napoli, Carmine Simeone, eletto nelle liste del PD, ha annunciato il suo ritorno nel PSDI, di cui è stato a lungo amministratore.