\\ Home Page : Articolo : Stampa
Dal PSDI e dal Nuovo PSI la risposta concreta al rilancio degli ideali socialisti
di Luciano G. Calì (del 17/02/2007 alle 13:37:12, in Ufficio Stampa, linkato 1442 volte)
Consulta SocialistaMario Calì ed Emilio Falletti, rispettivamente segretari provinciali del PSDI e del Nuovo Psi, hanno ufficializzato la nascita del Consiglio Permanente dei Socialisti, cui ha aderito anche il “Movimento per l'Unita Socialista” coordinato da Canzio Papini.
Le Direzioni Provinciali dei due partiti hanno deciso di avviare un serrato confronto verso un grande “Patto Socialista”, un processo che parte dal fertile laboratorio politico che è sempre stata la Maremma, con l'auspicio che sia destinato ad estendersi anche alle altre province toscane, dove presto saranno programmati incontri ufficiali in tale direzione.
«Non vogliamo limitarci ad accostare simbolicamente due sigle del Socialismo storico italiano – ha affermato Calì – ma puntiamo a rimettere l'iniziativa socialista concretamente in primo piano, rispetto ad un quadro politico sempre più confuso e povero di ideali e di valori.»
Con questo percorso comune si intende offrire una nuova prospettiva unitaria rivolta all'intera area socialista, con una attenzione particolare alle giovani generazioni che potenzialmente sono aperte a riconoscersi in un progetto moderno di Socialismo liberale e democratico, in grado di coniugare le opportunità di un mercato, realmente libero, con le esigenze della solidarietà sociale.
«Quello di oggi – ha precisato Falletti - è l'inizio di un percorso che è finalizzato alla formazione di una grande forza socialista che, nel superamento dell'attuale sistema bipolare, si ponga come alternativa ai costituendi Partito Democratico e Partito o Federazione delle Libertà.»
Il Consiglio Permanente dei Socialisti, promosso da PSDI e Nuovo PSI, ma esteso a tutti i movimenti e soggetti di ispirazione socialista che vogliano aderirvi, si pone come obiettivo contingente quello di lavorare insieme sulla base di una comune piattaforma politica ed amministrativa, in grado di spaziare dalle questioni politiche nazionali e comunitarie ai programmi amministrativi riguardanti le specificità delle realtà locali maremmane.
Il Consiglio Permanente dei Socialisti, ente consultivo di tipo paritetico e corale, attraverso le proprie riunioni assembleari, avrà il compito di avanzare nel tempo una serie di proposte qualificanti e dal carattere fortemente innovativo, in modo da fornire risposte immediate e concrete alle numerose istanze dei cittadini.
Giornale Il Tirreno del 16/02/2007