\\ Home Page : Articolo : Stampa
RIFLESSIONI SULLA CRISI DEL SOCIALISMO:IL PENSIERO DI CIRO TINE'
di Ufficio Stampa (del 02/10/2009 alle 14:08:28, in Ufficio Stampa, linkato 610 volte)

Ho letto con molta attenzione l'intervista ad Amato e mi permetto,con molta modestia da peones,di dissentire in parte le valutazioni dell'intervistato.Secondo quanto avvenuto nei decenni trascorsi la crisi non è da addebitare all'ideologia socialista ma agli uomini che si sono avvicendati al vertice del potere.Infatti l'ideologia socialista prevedeva una attenzione particolare per i problemi etici e sociali e non certamente l'accaparramento di posti di potere,l'opportunismo egoistico e qualunquistico e la progressiva o totale assenza dalle piazze e dai lavoratori.Si è voluto scopiazzare quanto sventolato dalla dx e volerlo fare passare per liberalsocialdemocrazia.Credo che l'analisi di Amato debba suscitare una profonda autocritica nei responsabili del devastante degrado ideologico dei soliti noti,che continuano a perseverare i loro "sporchi interessi" fregandosene altamente delle necessità e dei gravi problemi che angustiano la gente comune.E' fatto obbligo a tutti coloro che ancora credono in una rivalutazione ideologica dei principi etici socialiberaldemocratici di abbandonare gli interessi personali e i privilegi e ritornare in mezzo alla gente per ascoltare e valutare attentamente quali sono i provvedimenti urgenti e provvedere,nei limiti delle possibilità,di dare risposte esaustive e realizzare quanto finora promesso e mai affrontato con serietà. E' facile parlare di crisi del socialismo per chi ha perseguito responsabilmente e coscientemente un cammino opportunistico alla ricerca del consolidamento del proprio personale potere.Se l'area socialista nn sarà in grado di ripristinare la propria trasparenza e credibilità in ambito nazionale non potrà in alcun modo partecipare alla ricostruzione e applicazione della propria onesta e convinta ideologia sociale in ambito Europea. L'ideale socialista nn può e non deve essere abbandonato come un rifiuto tossico ma deve riprendere a ri parlare al cuore e alle menti di quei ceti che fanno fatica ad arrivare alla fine del mese e spesso a sopravvivere.Questa secondo il mio modestissimo parere è la strada da ripercorrere con trasparenza ed umiltà.

 CIRO TINE'