\\ Home Page : Articolo : Stampa
IGNAZIO LARUSSA MINISTRO SUPER-STAR
di Corrado Didonna (del 08/04/2009 alle 16:22:59, in politica, linkato 992 volte)
“Esprimiamo tutta la nostra solidarietà agli abruzzesi colpiti dal sisma ed in particolare a coloro che nel crollo degli edifici hanno perso familiari ed amici. La popolazione de L’Aquila è stata adottata simbolicamente da tutti gli italiani che si dai primi minuti successivi al terremoto, sì è mobilitata nei soccorsi e nel prestare la prima assistenza davanti ad una calamità naturale, così devastante. Un plauso va al Presidente del Consiglio dei Ministri, Silvio Berlusconi che già nella mattinata successiva all’evento, si è recato nei luoghi del terremoto ed ha iniziato a coordinare il Dipartimento della Protezione Civile. Il premier ha dato prova di altruismo e senso delle Istituzioni, tralasciando almeno per questa volta , il suo indirizzo politico “ad personam” che fin ora ha contraddistinto il governo del centro-destra. Unica nota stonata come al solito è rappresentata dal ministro della Difesa , Ignazio La Russa. Il reggente del dicastero di via XX Settembre , avrebbe dovuto essere in prima fila così come fanno i suoi colleghi internazionali, insieme ai contingenti delle Forze Armate, che coadiuvando la Protezione Civile ma anche Polizia e Carabinieri garantiscono una massiccia presenza di personale specializzato a sopperire all’ emergenza in un territorio devastato ed ancora troppo fragile. Il Ministro , invece è continuo protagonista di serate televisive sulle reti nazionali con il solito scopo di fare propaganda più che ai militari impegnati, a se stesso ed alla sue presunte “virtù” nel condurre il prestigioso ministero della Difesa. Sinceramente siamo stufi dei continui atteggiamenti del ministro La Russa, volti esclusivamente a promuovere un mondo quello delle “stellette” che gli Italiani apprezzano solo per il sacrificio quotidiano dei militari, e non certo per la sua insistente propaganda. Ci piace ricordare che lo stesso La Russa in una trasmissione televisiva in onda sull’emittente nazionale La7, dove si evidenziavano i privilegi della casta con le stellette, osò contestare quello che la realtà delle immagini avevano ripreso definendole “faziose e contro lo spirito nazionale”; per non citare i silenzi del suo dicastero sull’abbandono di strutture militari importanti come l’oramai ex Ospedale militare di Catanzaro, che genera l’indignazione di tutti i calabresi che vedendo l’imponente edificio ne comprendono lo spreco per il mancato utilizzo da parte delle Istituzioni. Crediamo fortemente che in questo momento di riflessione , la priorità sia dare una mano alle popolazioni colpite dal terremoto ma anche ringraziare tutti coloro,civili e militari, che con gesti anche di piccola entità danno la speranza agli abruzzesi ma a tutti gli italiani che nella nostra Nazione prima di tutto quello che conta è la solidarietà; chissà se un giorno il ministro La Russa la preferirà alla televisione.” Coordinamento Provinciale PSDI Catanzaro