\\ Home Page : Articolo : Stampa
MAGISTRO: “I PROGETTI AL CIPE SULLA PUGLIA APPARTENGONO ALLA PREISTORIA. VENDOLA ED EMILIANO PRODUCONO SOLO CONSULENZE, MAI NULLA DI CONCRETO”.
di Ufficio Stampa (del 06/03/2009 alle 16:58:44, in Ufficio Stampa, linkato 665 volte)
Il Segretario Nazionale del PSDI, Mimmo Magistro, ha dichiarato: “Il Cipe questo pomeriggio approverà opere per oltre 16 miliardi di euro, tra le quali saranno previsti il nodo ferroviario di Bari, (querelle che dura da trent’anni), ed il raddoppio della Maglie – Leuca che sarebbe stata gia inaugurata da dieci anni se la follia di qualche scatenato ‘fedayyin’ dell’ambiente non avesse frapposto ostacoli. Ma tutto questo appartiene alla preistoria dello sviluppo. Qualcosa di nuovo ci saremmo attesi dalla Regione Puglia o dal Comune di Bari dove invece Emiliano ci prende in giro. In una delle tante, quotidiane, conferenze stampa tenute nei giorni scorsi il Sindaco ha presentato nuovamente i risultati dell’elaborazione del Piano Strategico 2015, piano che, come si sarebbe detto nella Prima Repubblica in riferimento all’AQP, ‘ha dato finora solo da mangiare e non da bere’. La similitudine è appropriata ed lo testimoniano i lavori preparatori del Cipe. Guarda caso nel progetto presentato non c’è nulla che riguardi Bari, come ha confermato l’architetto Giuseppe Mele, coordinatore della struttura tecnica del Ministro Mattioli (e già collaboratore di Di Pietro, quindi tecnico super partes). Proprio Mele ha infatti sottolineato che ‘Bari non ha presentato neanche un programma progettuale di livello internazionale, e, dunque, non potrà neanche cogliere al volo le occasioni offerte da EXPO 2015 di Milano’’. E’ quindi una bocciatura in tronco per il Governo Vendola e per il Sindaco Emiliano che in questi anni si sono preoccupati solo dell’effimero, senza mai guardare al futuro. Le commissioni da loro formate hanno prodotto solo carte e consulenze, ‘ricche consulenze’, mi permetto di dire, su cui qualcuno, prima o poi, dovrà dar conto”.