\\ Home Page : Articolo : Stampa
ASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI PSDI DI RIETI
di Ufficio Stampa (del 29/01/2009 alle 18:35:18, in Ufficio Stampa, linkato 1172 volte)

Ampia partecipazione, soprattutto di molti giovani, all’assemblea degli iscritti e dei simpatizzanti del Psdi di Rieti avvenuta domenica 25 gennaio 2009 presso la sala consiliare della 5° Comunità Montana di Rieti.

Il commissario vicario della federazione di Rieti, Pietro Agostinelli ha aperto i lavori con un breve intervento elencando i punti messi all’o.d.g.:

1) informativa sul commissariamento della segreteria provinciale di Rieti,

2) organizzazione e rilancio del partito nel territorio,

3) tesseramento 2009,

4) costituzione di una lista provinciale,

5) eventuali apparentamenti politici.

L’intervento del commissario del Psdi, Carmelo Bonarrigo, ha ricordato gli ideali e i valori della socialdemocrazia e le importanti battaglie parlamentari che hanno aiutato concretamente a costruire la nostra Italia. Alto è stato il discorso del Presidente nazionale del Psdi, Alberto Tomassini, che ha parlato in modo diretto e concreto della politica nazionale, denunciando le varie problematiche gestionali che colpiscono i partiti. La critica è stata rivolta in modo particolare verso quei politici che dimenticandosi degli ideali e dei valori dei partiti, concentrano il tutto solo sulla loro figura personale. Inoltre, il Presidente Tomassini ha constatato che il Psdi di Rieti è in forte crescita, grazie anche ad un nutrito numero di nuovi iscritti, tra questi molti giovani socialdemocratici che spingeranno il partito verso una nuova fase generazionale che si riconosca nei reali valori e negli ideali del socialismo democratico, strumento importantissimo per la soluzione di molti problemi nella nostra società civile, imprenditoriale e lavorativa. La socialdemocrazia è la forma di sistema che garantisce tutti gli strati sociali; ecco perché il progetto politico dei socialdemocratici si è consolidato e sta crescendo in molti paesi d’Europa. Lo stesso Presidente degli Stati Uniti, Barak Obama, ha intrapreso la strada socialdemocratica, che guarda dal basso verso l’alto i bisogni dei cittadini delle associazioni e delle imprese (giovani, lavoro, economia, volontariato, processo di pace), imponendo un cambiamento di stile non solo a livello di politica e dell’economia, ma anche della vita quotidiana. Sin dal 1947 il nostro partito è storicamente la vera e unica rappresentatività socialdemocratica nel nostro paese e vanta uno dei più prestigiosi Presidenti della Repubblica Italiana, Giuseppe Saragat, fondatore del Psdi. In conclusione i socialdemocratici di Rieti riuniti in assemblea alla presenza del commissario straordinario, Carmelo Bonarrigo e del presidente nazionale del partito, Alberto Tomassini deliberano di partecipare alle elezioni amministrative provinciali di Rieti con una propria lista autonoma scegliendo di appoggiare il centro-sinistra previa verifica programmatica di compatibilità. A tal proposito viene costituito un comitato di elaborazione e proposta programmatica. Si invitano tutti gli autentici socialdemocratici a partecipare alla vita democratica del partito aderendo e rinnovando l’iscrizione al Partito Socialista Democratico Italiano entro e non oltre il 31 marzo 2009 così come previsto dalla Direzione Nazionale del Psdi. Altresì, coloro i quali non si dovessero riconoscere nella risultanza del Congresso Nazionale di Bellaria e nelle iniziative dei socialdemocratici reatini si collocano fuori dalla rappresentatività politica del Psdi. L’assemblea approva all’unanimità l’operato del commissario straordinario Carmelo Bonarrigo e del vicario Pietro Agostinelli invitandoli a proseguire l’ opera intrapresa.