\\ Home Page : Articolo : Stampa
VITA DI FEDERAZIONE. BENE IL COMUNE A BRESCIA
di Ufficio Stampa (del 03/12/2008 alle 14:47:28, in Ufficio Stampa, linkato 992 volte)

COMUNICATO STAMPA DELLA DIREZIONE PROVINCIALE

Dopo anni di assenza dalla scena politica i socialdemocratici-P.S.D.I. che a Brescia sono riusciti a presentare una propria lista per le Elezioni Comunali, contribuendo ad eleggere l’On. Paroli Sindaco della Città hanno riunito la Direzione Provinciale sotto la presidenza del Coordinatore Vito Robles ed alla presenza del Segretario Regionale per esaminare la situazione politico-amministrativa in vista delle Elezioni Provinciali ed Europee rilasciando la seguente intervista.

I socialdemocratici di Lombardia esprimono solidarietà ed incondizionato appoggio ai pensionati, ai lavoratori, alle piccole e medie imprese che, a causa del deterioramento del quadro economico italiano, versano in uno stato di crisi. La congiuntura italiana risulta indebolita in un contesto di elevata incertezza e di grossa instabilità con due gruppi politici P.D.L. e P.D. contrapposti che, ad ogni costo, cercano lo scontro che porta alla disgregazione del Paese sia istituzionale che sociale.

Per questo la sintesi socialdemocratica libertà e giustizia sociale, traccia lungo la quale il P.S.D.I. da sempre s’impegna per il raggiungimento dell’equità fiscale a tutti i livelli, per consentire sviluppo alle piccole e medie imprese che creano nuove opportunità di progresso e per salari dignitosi alle famiglie, ai pensionati che oggi non arrivano alla metà del mese.

 Il fallimento del comunismo e del capitalismo, non lascia alcun dubbio l’unica forma di governo possibile, in uno Stato democratico, è e rimane la socialdemocrazia.

I socialdemocratici oggi ritengono necessario rafforzare la propria organizzazione e, nei contenuti, mantenere una posizione autonoma che assicuri la loro presenza nel dibattito politico in una dimensione di dignità e di coraggio per dare un contributi di idee, di proposte e di iniziativa politica per riforme serie e coraggiose come quelle per la Scuola attuate con il Decreto del Ministro bresciano Maria Stella Gelmini, alla quale va la nostra stima ed ammirazione, per una maggiore autonomia, per la meritocrazia e contro le baronie ed i fannulloni. Siamo per città più sicure, per l’accoglienza ma nel pieno rispetto della legalità per chi viene in Italia per lavorare, ma per il massimo rigore, anche giudiziario, con certezza delle pene per chi delinque.

Il P.S.D.I. ribadisce la ferma volontà d’essere al servizio della Città di Brescia e dei suoi cittadini, in quanto i punti del programma elettorale, che la Giunta Paroli sta realizzando, sono quelli condivisi dal P.S.D.I. sottoscritti in campagna elettorale.

Il P.S.D.I. giudica positivamente la risoluzione dei problemi della sicurezza in citta ed alla stazione ferroviaria, dei parcheggi nel centro storico e l’apertura della Z.T.L., problemi che, in passato, hanno messo in ginocchio commercianti ed artigiani che, da sempre, offrono un servizio qualificato ai cittadini. Così come esprimono apprezzamento per l’asfaltatura di Via Cremona e di Via Crocifissa di Rosa e per la tolleranza zero verso gli extracomunitari non in regola e le prostitute.

Anche se rimane l’amarezza per l’arroganza del Sindaco che, ad oggi, non ha convocato i rappresentanti delle liste che non hanno rappresentanza in Consiglio Comunale, ma che hanno contribuito alla sua elezione al primo turno.

Entusiasmo dei presenti all’annuncio che il Partito sarà presente alle Elezioni Provinciali del 2009, con il proprio simbolo e con i propri candidati, per questo ricercherà alleanze nell’area centrista per mantenere vive le tradizioni, i valori e gli ideali della socialdemocrazia.

Attorno al sole nascente oggi si ritrovano quanti s’identificano nella tradizione liberale e riformista per il gusto della battaglia politica, per conquistare la fiducia dei cittadini, dei giovani e delle donne ed insieme recuperare i valori e gli ideali della socialdemocrazia.

A livello bresciano l’organizzazione è affidata a Vito Robles