\\ Home Page : Articolo : Stampa
Giornata intensa per i vertici del PSDI Nazionale
di Ufficio Stampa (del 01/09/2008 alle 19:25:48, in Ufficio Stampa, linkato 1124 volte)

MAGISTRO E TOMASSINI HANNO INCONTRATO CESA E PARTECIPATO AD UN VERTICE DEI PARTITI ASSENTI DAL PARLAMENTO

Il Segretario Nazionale, Mimmo Magistro ed il Presidente, Alberto Tomassini hanno incontrato, Lorenzo Cesa, Segretario Nazionale dell’UDC. Cesa, ha confermato che l’UDC intende procedere speditamente alla creazione di un nuovo e diverso soggetto politico che metta insieme le esperienze cattoliche, laiche e riformiste del Paese che intendano sottrarsi dall’egemonia di Berlusconi e Veltroni. Il dialogo proseguirà nei prossimi giorni – dopo la festa dell’UDC a Cianciano.

 Successivamente Magistro e Tomassini hanno partecipato su invito del Segretario Socialista, Riccardo Nencini ad un summit delle forze politiche assenti in Parlamento. Presenti i vertici di Rifondazione Comunista, Sinistra Democratica, PS, PLI, Verdi, Nuovo Partito d’Azione e, naturalmente, PSDI, si è convenuto di chiedere ai Presidenti di Camera e Senato una sorta di “diritto di tribuna” almeno informale, sia attraverso l’audizione nelle commissioni su argomento di rilievo costituzionale, sia attraverso l’utilizzo di strutture quali sala stampa, etc.. In modo trasversale e senza che possa incidere sulle alleanze e sulle strategie dei singoli partiti si è deciso, altresì, di dar vita ad un tavolo “per i diritti negati e per la democrazia” che vigili sulle riforme costituzionali e, soprattutto, sulla nuova legge per le elezioni europee nella quale PdL e PD, pare vogliano riproporre l’eliminazione del voto di preferenza. Il Segretario del PSDI, Mimmo Magistro, ha proposto che questo tavolo sia aperto anche a quelle forze politiche che - come l’UDC – pur presenti in Parlamento condividano tale battaglia. Magistro, altresì, ha ricordato che il rischio di una scarsa democrazia interna ai partiti era stata paventata, da Calamandrei e Saragat nel 1947, durante i lavori della Costituente.

ROMA, 11/09/2008