\\ Home Page : Articolo : Stampa
Le considerazioni di Ciro Tinč al XXVII Congresso Nazionale
di Ufficio Stampa (del 15/10/2007 alle 13:51:12, in Lettere Aperte, linkato 1122 volte)

QUELLO CHE I CITTADINI VORREBBERO REALIZZATO

IL XXVII CONGRESSO NAZIONALE che stiamo celebrando richiama alla mia mente i momenti di delusione e di amarezza che hanno accompagnato,negli ultimi decenni,il mio impegno politico per superare le incomprensioni e l’indifferenza della gente. Il presente intervento è rivolto a tutti i congressisti,perché essi rappresentano il collegamento NATURALE E RESPONSABILE tra il Partito e i cittadini e, in molte occasioni,rappresentano le loro istanze nelle sedi istituzionali. Questa assemblea è chiamata a sancire l’abbandono dei vecchi schemi,obsoleti e farraginosi,e mandare al macero RETORICA( ormai tutti conoscono la storia che abbiamo garantito,per L’INTUIZIONE DI UNO,libertà e democrazia all’ITALIA) e TEORIA(le eterne promesse mai mantenute). La gente ha INDEROGABILE BISOGNO DI FATTI,che sono rappresentati dai problemi che l’angustia e preoccupa quotidianamente. È ad essi che dobbiamo dedicare tutte le nostre energie e il nostro tempo: SICUREZZA – AMBIENTE E AGRICOLTUA – FISCO – SALUTE – SCUOLA – RIFORME (legge elettorale – l’assillante burocrazia – la giustizia lenta e farraginosa). Per riuscire ad attuare quanto proporrò è IMPROCRASTINABILE abbandonare EGOISMI,PRIVILEGI,COERCIZIONI AL NOSTRO INTERNO e lasciare lavorare coloro che sono in grado di svolgere responsabilmente gli incarichi,cui noi li deleghiamo. Un apprezzamento critico va esternato a coloro che fino ad oggi hanno dimostrato scarse capacità organizzative e collaborative. I compagni e i simpatizzanti che si sono,con diffidenza,riavvicinati al Partito chiedono UNA VIOLENTA STERZATA E UN CAMBIO DI ROTTA ,TRASPARENZA E CHIAREZZA. LE PROPOSTE CHE SOTTOPONGO ALL’ASSEMBLEA hanno come scopo l’inizio di un SERIO dibattito. Sono certo riceveranno consensi,ma anche critiche. QUESTA E’ VERA DEMOCRAZIA! Quella che la gente PRETENDE. SICUREZZA La gente vive nella continua angoscia di subire rapine,violenze fisiche, furti e scippi,addossando quasi sempre la responsabilità agli immigrati,ma spesso non è così. La criminalità non ha paternità,è senza confini!! Allora cosa fare? Quali possibili soluzioni? LA PRIMA: modifica della Legge sull’immigrazione, che non deve MORTIFICARE chi ha voglia di lavorare onestamente,ma garantisca loro SALARIO E ABITAZIONE decente e salubre. LA SECONDA: istituire IN TUTTI I COMUNI la CONSULTA DELLE ETNIE con un responsabile,eletto da ciascuna etnie,a cui fare riferimento costantemente ed in particolare negli avvenimenti malavitosi. A me sembra un modo per conoscere repentinamente i responsabili!! Eviteremmo il sorgere pericolosissimo di casi di RAZZISMO e di VENDETTE SOMMARIE. Le regole democratiche appartengono ai paesi civili e noi dobbiamo dimostrare di garantirle. AMBIENTE Rispettare l’ambiente significa proteggere la salute di tutti. Raccolta differenziata,fonti energetiche alternative,potenziamento dell’agricoltura seguendo le indicazioni che ci forniscono gli altri paesi,dove non rappresenta la CENERENTOLA ma un’attività di primaria importanza!!!!!!!!! Ad esso vanno collegati la famiglia,la scuola CENTRI EDUCATIVI CAPITALI!!! FISCO Per combattere l’evasione fiscale, VERA PIAGA D’IGNOMINIA, basterebbe investire sui Comuni la responsabilità della elaborazione degli elenchi fiscali dei cittadini, perché solo le amministrazioni locali sono a conoscenza della loro VERA CAPACITA’ CONTRIBUTIVA. Un contribuente che evade o dichiara un guadagno inferiore ad un operaio e abita in case di lusso e viaggia in macchine di grossa cilindrata può RAGGIRARE L’AGENZIA DELLE ENTRATE ma non gli uffici comunali. La mia presente proposta non rappresenta alcuna novità perché i controlli esistevano già in passato: SI CHIAMAVA TASSA FAMIGLIA, alla quale nessuno sfuggiva!!!!!!!!!!! Altra VERGOGNA è rappresentata dai PIANI REGOLATORI GENERALI. Essi rappresentano nella maggioranza dei casi l’AUTORIZZAZIONE PER POCHI ELETTI a fare SCEMPIO DEL TERRITORIO! Essi dovrebbero garantire la possibilità a chi non ha risorse finanziarie di potersi costruire un tetto con L’EDILIZIA CONVENZIONATA, ma NON GESTITA DALL’ATER! Queste rappresentano le SFIDE del futuro per il PSDI a noi il dovere – diritto di garantire un futuro migliore. POLITICA Sono ormai decenni che in ITALIA si fa ABUSO DI LISTECIVICHE, quasi a dimostrazione che appartenere ad un Partito rappresentasse UNA GRAVISSIMA VERGOGNA. A molti è comodo cavalcare il dissenso e i malumori della gente,coltivando odio e indifferenza,ma la verità è che LA VERA POLITICA E’ UN’ALTRA COSA! Per concludere chiedo a questo CONGRESSO e ad ogni compagno, che sarà investito di responsabilità in DIREZIONE NAZIONALE, l’impegno di risolvere i quesiti da me posti, perché solo così potremo ristabilire un CONTATTO DURATURO E COSTRUTTIVO CON I CITTADINI.

 Ciro Tinè