\\ Home Page : Articolo : Stampa
I GIOVANI SOCIALDEMOCRATICI ED IL LAVORO
di Ufficio Stampa (del 05/09/2007 alle 16:01:08, in Lettere Aperte, linkato 741 volte)

di Lucia Riefolo - Responsabile Nazionale GSDI

Già sin dalla fine dell’800 i riformisti appartenenti all’area socialista avevano espresso la necessità di unirsi in un’unica casa socialista che avrebbe dovuto avere il compito di pensare e agire per il benessere della società. Infatti, essere socialisti ed, in particolar modo, socialdemocratici, significa fare una scelta politica che è anche scelta sociale, tale da permetterci di realizzare atteggiamenti di solidarietà, fratellanza, uguaglianza e trasparenza nelle relazioni umane e sociali. La casa dei socialisti ha bisogno di costruire una forza politica che renda qualitativa l’azione politica locale, nazionale ed internazionale. Il ruolo del politico deve essere quello di mettere in pratica la politica e, di conseguenza, incentrare tutto il suo lavoro nel migliorare le condizioni di vita della gente. Il politico deve essere un esempio di vita e deve per primo rispettare i suoi cittadini: il suo comportamento deve essere d’esempio per quanti non credono più nella politica – con la P maiuscola -… c’è bisogno di interiorizzare tutti quei valori che ci permettano di perseguire e rispettare il bene comune! È giusto che i socialisti si concentrino su di un dibattito nel quale comprendere quali sono gli obiettivi comuni che devono permetterci di guardare con più serenità al Partito Socialista Democratico Europeo. Primo fra tutti è importante realizzare un progetto che miri alla chiarezza e alla trasparenza dell’agire politico per rendere tutto il sistema equilibrato. Una società che guarda con serenità al socialismo sa che i legami fra le persone devono realizzarsi sulla coesione, sulla dignità ed il rispetto delle persone: ognuno di noi ha il dovere di rispettare delle regole certe e condivise in modo da permettere a tutti di raggiungere obiettivi leciti e possibili senza limitare le capacità di ognuno. È solo nell’unione che è possibile dare l’esempio ai giovani di come un lavoro sinergico significa crescita non solo individuale, ma anche e, soprattutto, sociale. Tutta la politica va vista in ottica europea ed è per questo che anche il socialismo deve fare i conti con una visione ed un modo più globale che si adatti al contesto Europa.