\\ Home Page : Articolo : Stampa
Lettera aperta al Segretario Nazionale ed ai membri della Direzione
di Ufficio Stampa (del 29/08/2007 alle 10:33:58, in Lettere Aperte, linkato 969 volte)

di Giuseppe Abbati

La direzione nazionale ha respinto le dimissioni del Segretario Nazionale on. Giorgio Carta, ripristinato le regole, convocato il congresso nazionale ed avviato una nuova fase. La convocazione del congresso nazionale è l’occasione per riflettere, correggere, soffermarsi sulle ideologie, sui valori, per esaminare le richieste dei Cittadini, adeguare i programmi,… per valutare alcuni eventi: la nascita sofferta del partito democratico, la costituente socialista, l’ unione delle forze di destra, la costituzione del partito delle libertà, i costi della politica, la crisi dell’U.E……il malcontento…. E’ indubbio che dobbiamo rimodulare la nostra ideologia per adeguarla al futuro, al XXI secolo, affermare il merito, le capacità, la concorrenza, il benessere… lottare per ridurre i privilegi, i soprusi. ….. Alla vigilia dei congressi è legittima una domanda: quale atteggiamento devono assumere i socialdemocratici del PSDI, i riformisti socialdemocratici. Un Congresso Nazionale che, superati i defatiganti ed inutili scontri, debba coniugare i valori storici della socialdemocrazia europea con quelli del nuovo e del moderno che avanza inesorabile. Sono riflessioni fondamentali che devono vedere coinvolti gli iscritti. Rivolgo l’appello,l’ invito a rivedere il calendario delle operazioni congressuali anche per consentire l’approfondimento anche attraverso una convocazione del Consiglio Nazionale, per poi avviare la fase congressuale. Un rinvio per pensare ed anche per ritrovare i Compagni ed insieme tracciare un percorso condiviso., Un Congresso che, con grande coraggio, deve segnare il cambiamento, il rinnovamento ed imprimere una svolta verso il nuovo ed interpreti i bisogni dei Cittadini, dei pensionati,dei lavoratori, dei diversi, dei deboli degli immigrati e riconquistare la fiducia degli elettori, delle donne e dei giovani, in particolare .

Cordialità

Giuseppe Abbati